Login   Iscriviti    Portale ilVolo.it    Indice Forum    Aerofan.it PhotoGallery    Cerca    FAQ    Regolamento

Il meteo su Washington

AVIATION TOP 100 - www.avitop.com Avitop.com

Indice  »  Volare senza paura - Fondata da Luca Evangelisti  »  Il Vaso di Pandora

 

 


Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 18/09/2011, 22:33 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 23/08/2011
Messaggi: 12
Salve, penso di aver individuato la sezione giusta per postare! Mi chiedevo da tempo quali meccansimi vengano adottati negli aerei con configurazione della coda a T per manovrare stabilizzatore ed eqilibratore? Me lo chiedevo riflettendo sulla ridotta disponibilità di spazio che inevitabilmente questa configurazione comporta dato che per forza di cose queste apparati (siano aste, carrucole, viti, cavi ecc) debbono per forza essere inseriti all'interno della deriva! Soprattutto mi interssano CRJ, Avro RJ e Atr ma anche altri tipi...


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 19/09/2011, 16:25 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 14746
Località: Dubai U.A.E:
Età: 58
Non capisco la domanda. Nella deriva , o meglio nello spessore delle deriva e del piano delle stabilizzatore sono ospitati tutti i rinvii, i cavi e le pulegge e gli attuatori che richiedono il movimento dell timone di profondità e di direzione.

Non c'è nulla di differente rispetto a i comandi di volo situati nelle ali.

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 20/09/2011, 7:12 
ilVolo.it Crew
ilVolo.it Crew
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 18/03/2008
Messaggi: 13816
Età: 52
La deriva è molto larga ed ospita comodamente tutti i necessari meccanismi. Considera che anche un aliante, pur così piccolo e dotato di configurazione a T non ha alcun problema ad ospitare le barre di comando del timone di profondità.

_________________
Franco

http://www.aeroclubpadova.it
http://www.voloavelapadova.it
JetPhotos.Net, Spotting Group ilVolo.it

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 20/09/2011, 10:40 
Civil & military Supplier/Tech
Civil & military Supplier/Tech
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 03/05/2008
Messaggi: 3342
Età: 57
Ciao, in questa immagine puoi osservare la disposizione dei rinvii e dell'attuatore (C5) e delle valvole idrauliche (C6) del timone di profondità del 104
A dispetto di quanto sembra, lo spessore dell'impennaggio verticale è sufficiente a contenere le unità idrauliche di attuazione ed i rispettivi rinvii e leveraggi.

Un altro esmpio, sempre del 104, è l'attuatore dei flap che è alloggiato nella radice della semiala dove è disponibile uno spazio maggiore. Per gli alettoni si è invece ricorso a 10 piccoli attuatori per semi ala perchè questi sono alloggiati in uno spazio ridottissimo.

Sottolineo che l'ala in questione non contiene carburante ma solo le tubazioni per i contatti bagnati delle tip.


Immagine

Uploaded with ImageShack.us

_________________
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio è obbligatorio!

Immagine Immagine Immagine
What goes up, must come down.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 20/09/2011, 18:57 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 23/08/2011
Messaggi: 12
Ciao e grazie a tutti, in effetti non mi ero spiegato bene; ma sono un profano per quanto appassionato. Comunque quello che intendevo era proprio che la deriva, seppur più spessa di quanto appaia, mi sembrava meno atta ad ospitare gli ingranaggi e i meccanismi che comandano queste superfici rispetto a una sezione del cono di coda come avviene in aerei con configurazione diciamo "standard"..
La mia riflessione è stata indotta dopo aver visto di recente un documentario (mi pare indagini ad alta quota) dove si parlava del caso dell'incidente occorso ad un MD 83 dell'alaska airlines per un guasto allo stabilizzatore che si era sganciato da una lunga vite senza fine (mi pare la chiamassero "jackscrew") la quale veniva azionata da un motore elettrico e la cui funzione era quella di andare a inclinare la superficie che purtroppo nella fattispecie si era bloccata in posizione di picchiata..ora facevano menzione nel documentario che in fase di progettazione il pur mitico MD 80 avesse in questa sua particolarità un punto un po' debole e che gli standard di certificazione forse all'epoca avevano ammesso un meccanismo (credo ereditato dal DC 9) che poteva non essere del tutto immune da rischi proprio per la sua particolare complessità!
Da qui la mia domanda su altri tipi di aerei ma con la medesima configurazione!


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 20/09/2011, 21:26 
R&D Technician
R&D Technician
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 2971
Località: Milano
Età: 46
I-CARINO ha scritto:
La mia riflessione è stata indotta dopo aver visto di recente un documentario (mi pare indagini ad alta quota) dove si parlava del caso dell'incidente occorso ad un MD 83 dell'alaska airlines per un guasto allo stabilizzatore che si era sganciato da una lunga vite senza fine (mi pare la chiamassero "jackscrew") la quale veniva azionata da un motore elettrico e la cui funzione era quella di andare a inclinare la superficie che purtroppo nella fattispecie si era bloccata in posizione di picchiata..ora facevano menzione nel documentario che in fase di progettazione il pur mitico MD 80 avesse in questa sua particolarità un punto un po' debole e che gli standard di certificazione forse all'epoca avevano ammesso un meccanismo (credo ereditato dal DC 9) che poteva non essere del tutto immune da rischi proprio per la sua particolare complessità!


Io ho visto un documentario in cui i ninja camminavano sui muri! :P

Se i paurosi accettassero il fatto che gli incidenti aerei sono RARI, MOLTO RARI, questi fraintendimenti non esisterebbero! E' da circa un secolo e mezzo che sono stati messi a punto rinvii dal funzionamento affidabile e puntuale, ma non importa, il documentario solletica la fobia... e la tecnica finisce nel cesso.
Ti sei mai chiesto in che modo una vite possa sganciarsi dalla propria madrevite? Oppure quale sia la "particolare complessità" di un sistema del genere?
Se vuoi rispondere, forse possiamo capire un po' meglio di cosa stiamo parlando, ti va?

I soli casi di malfunzionamento legati al jackscrew che abbia mai sentito -sempre che si stia parlando della stessa cosa- erano legati al congelamento dei lubrificanti impiegati: alle basse temperature in quota si indurivano e incollavano i meccanismi. Poi, una volta a terra, il tutto si scongelava e non risultava nessun difetto. Può darsi che tra i molti equipaggi che hanno tirato sonori bestemmioni alle prese con questo fenomeno, qualcuno si sia anche tirato l'aeroplano addosso, ma da qui a farne un caso da documentario, tra l'altro su eventi risalenti a venti e più anni fa, ne passa...
BTW, nel frattempo i lubrificanti sono stati modificati, oggi sono anticongelamento, e comunque sono più d'uno gli azionamenti a vite delle superfici, non sono solo usati nei piani di coda.

_________________
Andrea

Immagine Immagine Immagine Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 20/09/2011, 22:27 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 23/08/2011
Messaggi: 12
Più d'uno? :o Allora col piffero che ci risalgo......
Beh, caro Otaku, il fatto che io sia un pauroso non è un mistero, dato che mi sono presentato come tale nell'apposita sezione in cui ho avuto anche l'onore di una tua visita..
il fatto che poi, influenzato dalla paura e dalle crude immagini di un documentario, mi venga da porre un quesito tecnico è un altro paio di maniche come si dice dalle mie parti e infatti ho postato in questa sezione e gentilmente mi è stato risposto!
Oltretutto gli aerei mi hanno sempre suscitato un grande interesse e avere risposte anche tecniche sebbene non possa farmi passare la paura lo vedo come un aiuto, un qualcosa che avvicina il mezzo e me lo fa sentire più familiare!
Del come una vite può sganciarsi dalla sua madrevite in effetti me ne sbatto altamente; se però questa vite può scaraventare giù il mio aereo, ecco che questa guadagna immediatamente il mio interesse.....
Infine, alla tua domanda risponderei anche volentieri ma non ne ho capito il senso! E' qualcosa che ha a che fare con la fobia? In tal caso ti rispondo nella "sezione paurosi" altrimenti dopo spiegazione posso farlo anche qui...
Ad ogni modo, grazie anche a te per la risposta


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 21/09/2011, 6:37 
Civil & military Supplier/Tech
Civil & military Supplier/Tech
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 03/05/2008
Messaggi: 3342
Età: 57
Certo che c'è ne più di uno...l'aereo è un insieme di tantissimi meccanismi, meccanici, elettromeccanici, elettronici...

Come pensi che potrebbe funzionare altrimenti? Quando sali in auto ti chiedi quanti incidenti o rotture del piantone dello sterzo ci sono state?
Perchè lo fai per un aereo?

Guarda che NESSUNO ci tiene a far cadere un aereo fosse anche solo per motivi venali di soldi (sai cosa costa acquistarlo, manutentarlo, la sicurezza, esercirlo, ecc.)?

Avere il dubbio, come hai tu, che tutti coloro che lavorano nel mondo dell'aviazione, siano dei pazzi visionari non va assolutamente bene...e li invito caldamente arestare chiappe a terra e a viaggiare su di una nave, treno, o auto per ore ore e ore...Tanto li di incidenti non ce ne sono mai...Vero?

P.s.: se non ti importa nulla della madrevite e barra filettata perchè diamine domandi dei problemi di alloggiamento nelle derive a "T"? Guarda che anche le altre configurazioni di aerei hanno meccanismi simili...

_________________
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio è obbligatorio!

Immagine Immagine Immagine
What goes up, must come down.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 21/09/2011, 7:21 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 14746
Località: Dubai U.A.E:
Età: 58
Piccola considerazione : ribadisco che il fatto di aver paura di volare può certamente far scaturire dubbi e perplessità vedendo filmati o report che illustrano incidenti ben conosciuti.

Purtroppo questa è una sezione tecnica e di conseguenza cerchiamo si trattare ( ultimamente sempre di meno , purtroppo) discussioni che abbiano una valenza e uno spessore tecnico .

Considerazioni varie sul fatto che un sistema o un impianto, possono essere criticabili nella loro funzione ed operatività, possono essere fatte dando motivazioni tecniche o portando esempi ed esperienze.

Criticare un sistema solo perchè si ha paura di volare non è un modo per affrontare delle tematiche tecniche e come al solito non porta nulla di costruttivo ed innovativo ad una discussione di questo genere.

Sposto la discussione in sede più appropriata.

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 21/09/2011, 9:31 
IT Support & Ops
IT Support & Ops
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 4099
Località: Winterthur (ZH)
Età: 47
Visto che vogliamo parlare di problemi derivanti da soluzioni tecniche di un tipo o un altro, una lunga e ostica indagine -partita da due incidenti con fatalities - riguarda il rudder del 737, del quale possiamo dire tutto tranne che abbia una T tail.


Cita:



La curiosita' tecnica e' buona cosa e voler capire "come funziona" qualsiasi aspetto della nostra tecnologia solleva domande.
Il problema e' che se della tecnologia si ha timore, le risposte potrebbero diventare combustibile che tale timore alimentano - finendo per innescare un ciclo perverso in cui si cercano risposte rassicuranti a domande tecniche, ottenendo invec maggiori dubbi e perplessita'.

L'unico modo e' considerare il colloquio tecnico come una fonte di informazioni da trattare per quello che sono: dati privi di qualsiasi riscontro o condizionamento emozionale.

Cercare invece soluzioni a propri timori/aspetti emotivi deve passare per altre strade; non e' con il colloquio tecnico o con la comprensione del fatto tecnologico che si trova un equilibrio personale.

:ciao:

_________________
Cordiali saluti/Best regards/Mit freundliche Grüßen,
andrea
Software Sorcery Specialist


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 21/09/2011, 10:38 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/08/2008
Messaggi: 192
Età: 40
Faccio solo un'osservazione: indagini ad alta quota è un programma che è arrivato alla saturazione perchè esauriti gli argomenti sugli incidenti più importanti e più strani della storia dell'aviazione civile (non sono più di 30/40 quelli che hanno destato grande clamore e fatto scuola nel progresso aeronautico) ed esclusa la possibilità di poter fare continuamente repliche, si deve cercare allora di mandare avanti la macchina a tutti i costi per ottenere il risultato.
Già, il risultato..... e quale sarebbe il risultato? La risposta è semplice:
1) andare a pescare incidenti di poco conto sui quali creare puntate nuove;
2) enfatizzare il dramma creando tensione da thriller invece che descrivere didascalicamente e scientificamente gli eventi;
3) adeguarsi al contesto secondo il quale la regola base della televisione moderna è che per destare curiosità anche su cose non mondane (moda, gossip, tronisti, nudità, amenità varie, ecc.) sia necessario enfatizzare in tono drammatico e concitato i contenuti, rendendo emozioni molto forti a chi ha scelto di vedersi un documentario NON per il suo contenuto ma per i toni con cui viene rappresentato.

Questo sta succedendo su almeno l'80% dei documentari trasmessi da SKY negli ultimi 2 anni che hanno subito una modifica drastica dei modi con cui vengono creati. Immaginate un documentario di oggi nel quale è descritto il morso del coccodrillo: musica e suoni angoscianti... immagini movimentate... voce fuori campo che dice in toni drammatici: "se camminate in una palude in africa non farete in tempo a guardarvi intorno che verrete assaliti da un coccodrillo.... vi sbriciolerà le ossa e farà brandelli delle vostre carni mentre non avrete neanche la forza di urlare lo strazio che subirete per la pressione incredibile del suo morso"
Una volta invece eravamo abituati a scenari più didascalici e altrettanto interessanti (a mio avviso) in cui la voce di Claudio Capone avrebbe detto: "il coccodrillo ha un morso molto potente, con una pressione di, pensate, 500 kg per cm quadro riuscendo a catturare prede molto grandi e ucciderle in poco tempo.... ecc. ecc."

Ecco allora che far diventare "fiction" un documentario produce gli effetti indesiderati: chi ha paura di volare continuerà (giustamente) a vedere come una minaccia il volo finchè questo verrà descritto con toni così drammatici e inquietanti.
Di contro c'è da riflettere su un'ultima cosa..... non ci da soddisfazione sapere che se si fa un documentario su una vite significa che non c'è più roba da cui attingere e che quindi questo è un'ulteriore prova che volare è super-sicuro...? ;)

_________________
Michele.


"l'esperto è colui che ha già commesso tutti gli errori..."

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 21/09/2011, 17:45 
R&D Technician
R&D Technician
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 2971
Località: Milano
Età: 46
Otaku ha scritto:
...comunque sono più d'uno gli azionamenti a vite delle superfici, non sono solo usati nei piani di coda.

I-CARINO ha scritto:
Più d'uno? :o Allora col piffero che ci risalgo......



Otaku ha scritto:
Ti sei mai chiesto in che modo una vite possa sganciarsi dalla propria madrevite? Oppure quale sia la "particolare complessità" di un sistema del genere?

I-CARINO ha scritto:
Del come una vite può sganciarsi dalla sua madrevite in effetti me ne sbatto altamente; se però questa vite può scaraventare giù il mio aereo, ecco che questa guadagna immediatamente il mio interesse.....


Scambio di battute singolare, nè? :mrgreen:
Vedi, carino, quanto ti avevo chiesto era più che altro a fini retorici, era volto, cioè, a migliorare l'eloquenza del mio discorso... ma a quanto pare tanto eloquente non è stato, quindi cerco di esprimere il concetto con altre parole: i comandi a vite non si sganciano, no, in nessun modo. Che te lo sia mai chiesto o no, non si possono proprio sganciare. Neppure se lo dice il documentario.
No, no, no. Non si sganciano.
Per esempio, in un'ala ci possono essere gli slat comandati da un cavo, e i flap comandati da una vite: in tal caso si può supporre che il più robusto dei due sia proprio il comando dei flap. Quindi, direi che è meglio se in un aereo gli azionamenti a vite sono presenti, anche se per te hanno una certa valenza fetish e rendono l'aereo più terrorizzante.
Facciamo così: io li gradisco e volo. Tu se non li gradisci non volare, ma se è questa la cognizione con cui prendi le decisioni... be', auguri!

_________________
Andrea

Immagine Immagine Immagine Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 22/09/2011, 13:16 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 23/08/2011
Messaggi: 12
Ottimo lo spostamento in altra area, l'avevo auspicato in primis!
Allora: vedendo il tono ostile di alcuni, ma solo di alcuni, sento il bisogno di chiarire alcune cose dato che ne sono amareggiato.
Concordo quasi del tutto con Alfa Mike su Sky e la Tv odierna ma mi trovavo a casa di mio fratello che ce l'ha perchè appassionato di calcio, facevo zapping e THO' mi imbatto nel documentario....che vogliamo fare?
Potevo cambiare ma non l'ho fatto perchè riconosco di essere un pauroso e sono stato sopraffatto dalla tentazione di vederlo fino alla fine, perchè in fondo si cerca sempre di esorcizzare la paura con l'oggetto della propria paura (pensate ad Halloween e la zucca).
Alcuni si sono offesi per una mia affermazione su una vite! Per me si può essere appassionati di viti, bulloni e qualsiasi altro aggeggio ma non c'è niente di male anche a non esserlo! A me, come ho detto, la vite interessa solo nel momento in cui può avere conseguenze fatali per le persone come nel caso di cui sopra! Che c'è di male?
La passione degli aerei invece, oltre che capirla la condivido anche come tutti voi anche se sicuramente in modo più superficiale!
Nel messaggio di benvenuto, l'altro giorno, mi è stato detto che su questo sito (rivolto anche ai paurosi) avrei potuto trovare spunti di riflessione utili sulla paura e risposte a questiti tecnici e anzi di non lesinare interventi. Così ne ho approfittato!
Non mi torna il discorso di chi dice: "Hai paura allora stai con le chiappe a terra" e a questo dico: "Stacci tu". Non è certo questo un discorso che mi aspettavo di trovare, tantopiù su un sito del genere!
Oltrettutto io non ho mai pensato o dato del pazzo visionario ad alcuno che lavorasse nel mondo aereonautico! Anzi! Dal pilota a quello che carica la stiva hanno tutti la mia piena e incondizionata stima e ammirazione, (non fiducia incondizionata, magari, ma questo attiene al mio problema e non è certo colpa loro).
L'essersi permesso di porre un quesito tecnico (ne avevo posto anche un altro precedentemente) è forse come aver intrapreso una strada sbagliata (quella appunto della speculazione tecnico scientifica che in effetti non mi appartiene) per arrivare però in un posto giusto almeno nell'intenzione e cioè a bordo di un aereo in tranquillità!
Anche in merito alla critica del meccanismo in oggetto e alla sua scrsa affidabilità rigetto le "accuse" se così si può dire perchè come credo di aver chiarito bene nel mio primo intervento, non era farina del mio sacco, che non ho strumenti per giudicare, ma veniva riportato nel documentarioe e forse è imputabile alla redazione di quel programma!
Infine, caro _taku, la tua più che eloquenza mi sembra saccenza e sarcasmo!
Per me una vite che può spezzarsi non ha niente di fetish ma forse nasconde più profondamente qualcosa di, ahimè, ben più pesante della tecnica e della meccanica!
Comunque tu tieniti le tue certezze e io , per ora, le mie paure ma se questo è il modo in cui ti rapporti beh, ......sono io a dire AUGURI!!!


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 22/09/2011, 15:49 
Civil & military Supplier/Tech
Civil & military Supplier/Tech
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 03/05/2008
Messaggi: 3342
Età: 57
Mi sento parte della causa e ti rispondo..

In primis mi scuso per il tono che è stato certamente non dei più delicati.

Io con le chiappe a terra non ci sto, non ho paura di volare e quindi non vado a cercare la risposta ad una guasto visto su di un documentario in televisione facendo una mini indagine personale come tu hai fatto esordendo in questo post e domandando, in area tecnica, sul ridotto spazio a disposizione per alloggiare il meccanismo di vite e madrevite alludendo chiaramente ad un semplice ragionamento: spazio ridotto = meccanismo sottodimensionato = rottura per sottodimensionamento progettuale dell'insieme vite e madrevite. Ammetti onestamente che il tuo ragionamento è stato questo.

Lungi dall'essere il mio (questo) un intervento polemico ma ammetterai che il tuo esordio è stato davvero poco felice e per nulla azzeccato.

Ciò che ti ha scritto il buon Andrea è ovviamente la realtà.

Per ultimo ti ricordo che stavamo, prima dello spostamento della discussione, scrivendo in area tecnica dove si dialoga di argomenti tecnici senza tanti giri di parole.

In ogni caso ti rinnovo le mie scuse. Spero di aver chiarito.

Ancora una cosa: ciò che ti hanno riferito su questo sito, che avresti trovato risposte per un aiuto al problema della fobia di volare...Beh, è assolutamente vero, però devi fare dei distinguo: o parliamo di macchine o parliamo della paura delle macchine perchè queste sono due cose differenti.

Ciao.

_________________
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio è obbligatorio!

Immagine Immagine Immagine
What goes up, must come down.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 22/09/2011, 17:13 
R&D Technician
R&D Technician
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 2971
Località: Milano
Età: 46
Carino, continuiamo -io e te- a battere la testa nella direzione sbagliata. Aldilà delle recriminazioni e dei battibecchi sulla vite, l'aiuto che ti posso dare io è semplicemente ribadire che, a meno di nuove risultanze, il particolare in questione si è comportato come suo dovere e non ha accusato cedimenti: non si è spezzato, come hai appena sostenuto, bensì l'intero complesso lavorava male per via del congelamento del lubrificante causato dalla bassa temperatura; girava molto "duro", insomma.
Lo avevo scritto subito, del resto, ecco qua:

Otaku ha scritto:
I soli casi di malfunzionamento legati al jackscrew che abbia mai sentito -sempre che si stia parlando della stessa cosa- erano legati al congelamento dei lubrificanti impiegati: alle basse temperature in quota si indurivano e incollavano i meccanismi. Poi, una volta a terra, il tutto si scongelava e non risultava nessun difetto. Può darsi che tra i molti equipaggi che hanno tirato sonori bestemmioni alle prese con questo fenomeno, qualcuno si sia anche tirato l'aeroplano addosso, ma da qui a farne un caso da documentario, tra l'altro su eventi risalenti a venti e più anni fa, ne passa...





I-CARINO ha scritto:
...Non è certo questo un discorso che mi aspettavo di trovare, tantopiù su un sito del genere!

:scratch:

:?

(...ma perchè, che sito sarebbe??)

_________________
Andrea

Immagine Immagine Immagine Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 22/09/2011, 22:22 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 23/08/2011
Messaggi: 12
Ro, nessun problema! Mi scuso anche io per aver contribuito a degenerare la discussione ma mi sono sentito attaccato e soprattutto poco compreso! Fai bene a portarle in aria le tue nobili chiappe
;) e se riesco ad affrontare questo fardello ce le riporterò anche io molto volentieri...
Ma certo che ammetto! Il mio ragionamento è stato proprio questo, anzi era quello che veniva esposto nel documentario in cui si parlava chiaramente di "carenza degli standard di certificazione".
Voi siete esperti e potete dire: "Fandonie!!", io no e pertanto mi sono trovato a chiedere delucidazioni nell'unico posto in cui potevo trovarle...
Mi scuso anche con te Otaku, per me hai avuto la delicatezza di un elefante ma io no ho alcun diritto di darti del saccente o presuntuoso!
Comunque rispondo al tuo "Perchè che sito sarebbe questo?" con: un sito rivolto ANCHE a persone che hanno paura di volare e che pertanto andrebbero incoraggiate e non sfottute


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 22/09/2011, 22:31 
ilVolo.it Crew
ilVolo.it Crew
Avatar utente
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 9439
Età: 56
Forse è meglio se torniamo al tuo topic.
Magari lì possiamo riprendere a parlare dei tuoi pensieri; che - come hai capito da questa "incursione" in area tecnica - con la tecnica vera non hanno a che fare.... ;)

_________________
Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Comando stabilizzatore aerei con configurazione a T
 Messaggio Inviato: 23/09/2011, 7:47 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 14746
Località: Dubai U.A.E:
Età: 58
Cita:
Comunque rispondo al tuo "Perchè che sito sarebbe questo?" con: un sito rivolto ANCHE a persone che hanno paura di volare e che pertanto andrebbero incoraggiate e non sfottute


Quì nessuno "sfotte" nessuno. Il forum è organizzato in maniera tale che tutti gli utenti , interessati a specifiche tematiche , possano parteciparvi, fornire contributi e opinioni. Ribadisco che in area tecnica non è possibile e sopratutto corretto cercare di coinvolgere gli utenti e i moderatori in determinati argomenti col preciso intento di trovare la "soluzione personale" alle proprie paure e fobie.

Questo non è un forum dedicato a chi ha la fobia del volo. questo è un forum in cui partecipano tutti quelli che hanno la passione per l'aviazione e all'interno , un gruppo di persone volonterose e motivate, ha creato uno spazio in cui si parla dei problemi legati al disagio e alla paura del volo.

Quindi suggerisco di non considerare certe risposte o certi atteggiamenti come delle provocazioni: ognuno di noi , se interpellato, cerca di dare il proprio contributo in maniera sincera e disinteressata. Il fatto che certe risposte non soddisfino il proprio bisogno di conferma della propria paura non giustificano le provocazioni o gli appellativi gratuiti.

Spero di essere stato chiaro.

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ] 

Indice  »  Volare senza paura - Fondata da Luca Evangelisti  »  Il Vaso di Pandora


 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: