Login   Iscriviti    Portale ilVolo.it    Indice Forum    Aerofan.it PhotoGallery    Cerca    FAQ    Regolamento

Il meteo su Angleton

AVIATION TOP 100 - www.avitop.com Avitop.com

Indice  »  Flight Crews Area  »  Soaring

 

 


Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Come affrontare psicologicamente l'esame pratico
 Messaggio Inviato: 25/05/2012, 20:55 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 14/03/2011
Messaggi: 24
Età: 37
Ciao a tutti rieccomi qui...è da un bel pò che non scrivo più in effetti...mancanza di tempo libero tra lavoro e impegni vari :lol: alla fine anche per me è arrivato il momento di fare l'esame di volo...aspettando di essere in quei 4-5 candidati pronti mi son detto, tanto brevetto o no il volo a vela richiede esperienza e allenamento e cosi ho volato "parecchio"(totale di quasi 40 ore di cui 25 a doppio comando con il mio grandissimo istruttore che mi ha insegnato qualcosina in più oltre al fare un circuito e atterrare...dal salire in termica, al volare in pendio anche con vento molto forte...ovviamente sempre con lui dietro)...ora sto di nuovo facendo quei voletti meteora da 15-20 minuti (stalli, scivolata, disallineamento a traino,la finta vite del K21,sganci d'emergenza...diciamo che ormai mi sta costando quasi quanto un PPL :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: ) per non arrivare giustamente impreparato all'esame pratico...e sono piuttosto teso...ho paura che la soggezione verso l'esaminatore potrebbe farmi fare degli errori banali...voi come l'avete affrontato?


Ultima modifica di Thickfog su 26/05/2012, 15:55, modificato 1 volte in totale.

Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Come affrontare psicologicamente l'esame pratico
 Messaggio Inviato: 26/05/2012, 9:12 
Air Enthusiast
Air Enthusiast
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 03/04/2008
Messaggi: 2121
come un volo normale con l'istruttore.

forse perchè il mio punto debole di allora era che facevo fatica con il twin astir a decollare decentemente nel caso di caduta dell'ala nei primi metri della corsa; superato questo momento (il mio istruttore, sapendolo, mi ha tenuto personalmente l'ala) che ritenevo critico, mi sono sentito più sereno in quanto ero confidente in me stesso nelle altre fasi del volo

_________________
"Nel volo, ho imparato che la trascuratezza e l'eccesso di confidenza sono di gran lunga più pericolosi dei rischi deliberatamente accettati"

(Wilbur Wright, Settembre 1900)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Come affrontare psicologicamente l'esame pratico
 Messaggio Inviato: 27/05/2012, 16:10 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 14/03/2011
Messaggi: 24
Età: 37
Mah speriamo bene :) quello che mi fa un pò paura è la rimessa da assetti inusuali che sto rivedendo in questi ultimi voli che sto facendo...quando metti il muso su con l'ASK21( quello con il normale centraggio, senza modifica con il peso in coda per arretrare il baricentro, per cui è molto refrattario a fare una vera vite) e poi lo scoordini per fargli fare quel mezzo giro di vite (lo fa l'istruttore e poi tu lo riprendi...ma l'altra volta è arrivato un'esaminatore che ha chiesto all'allievo di "metterlo in vite" cosa che non è prevista da sillabus...lui colto di sorpresa è andato nel panico e ha cominciato a fare errori uno dietro all'altro...e alla fine lo ha segato...) butta giù subito il muso in picchiata e tendo a effettuare la richiamata uscendo troppo veloce...(con conseguente perdita eccessiva di quota) o a muovere leggermente la barra lateralmente(cosa che ovviamente non si deve fare nella rimessa da una vite)...poi dare un colpo di barra avanti(anche un millimetro)quando il muso è già picchiato a 90° verso il basso...è una cosa alquanto poco istintiva :roll:


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Come affrontare psicologicamente l'esame pratico
 Messaggio Inviato: 28/05/2012, 7:56 
ilVolo.it Crew
ilVolo.it Crew
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 18/03/2008
Messaggi: 13816
Età: 55
Credo dovresti parlare anche con l'istruttore di come affrontare l'esame. Sicuramente il tuo istruttore e l'esaminatore parleranno di ogni allievo prima dei voli, ed il parere di chi ti conosce bene verrà tenuto in considerazione.

Considera inoltre che un esaminatore, se è ben preparato, riesce a capire se un eventuale errore è dovuto ad ansia da esame o a cattiva impostazione. Io ho notato che ogni volta che volo con un istruttore, per un check o per una nuova abilitazione, tendo a non essere adeguatamente reattivo. Insomma, mi sembra di volare meglio da solo. Anzi, questo non posso dirlo. Diciamo che mi sembra di riuscire a ragionare in modo più chiaro ed essere più consapevole di quello che accade, come se in qualche modo demandassi parte del volo all'istruttore se questo è in cabina.

_________________
Franco

http://www.aeroclubpadova.it
http://www.voloavelapadova.it
JetPhotos.Net, Spotting Group ilVolo.it

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Come affrontare psicologicamente l'esame pratico
 Messaggio Inviato: 28/05/2012, 9:09 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 22/08/2008
Messaggi: 6339
Località: Est di Greenwich,Nord dell'Equatore
Età: 29
Vai in volo con un obiettivo primario...divertirti,il resto vien da sè!

_________________
Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Come affrontare psicologicamente l'esame pratico
 Messaggio Inviato: 30/05/2012, 13:15 
Ciao, credo sia molto importante dimostrare conoscenza delle norme di sicurezza.

Nel nostro caso l'esaminatore richiedeva esplicitamente di elencare le diverse procedure in caso di rottura del cavo traino in decollo.

Ricordarsi di verificare l'area, il mezzo gli strumenti ecc

Nel pilotaggio non e' richiesto essere esperto in termiche o volo in pendio ma si risolve tutto molto velocemente come un volo con il tuo istruttore durante il corso, decollo, stallo, vite, virate, prenotazione, atterraggio ecc

Per esempio nel mio caso mentre cercavamo un termica l'esaminatore mi chiedeva informazioni sui nomi dei fiumi nella zona allo scopo di distrarmi, ovviamente e' meglio non fare errori per scambiare quattro chiacchere in volo o perdere di vista il filo di lana per guardarsi intorno.

In bocca al lupo


Top 
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Come affrontare psicologicamente l'esame pratico
 Messaggio Inviato: 04/06/2012, 15:45 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 14/03/2011
Messaggi: 24
Età: 37
Ho fatto gli ultimi due voli ieri...uno con il mio istruttore che simulava l'esame, tutto perfetto :) solo un leggero impappinamento quando l'AFIS mi ha chiesto posizione e quota quando effettuavo i controlli per l'atterraggio(dopo che li ho chiamati 30 secondi prima riportando l'entrata in sottovento dove cavolo pensano che possa essere?va bè son torraioli :mrgreen: :mrgreen: se non li facciamo parlare si annoiano :lol: )e l'altro da solo(sono riuscito a stare su per un'oretta a fondo campo, il ceiling era basso sui 700 metri e quasi overcast...ma si trovava quel +1 che ti faceva rimanere in aria :) ... ho ricominciato finalmente a volare come sono capace 8-) ancora un ultimo sforzo :) grazie a tutti per le risposte e auguri per il proseguimento della stagione


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Indice  »  Flight Crews Area  »  Soaring


 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: