Login   Iscriviti    Portale ilVolo.it    Indice Forum    Aerofan.it PhotoGallery    Cerca    FAQ    Regolamento

Il meteo su Washington

AVIATION TOP 100 - www.avitop.com Avitop.com

Indice  »  Flight Crews Area  »  Meteo

 

 


Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Coriolis
 Messaggio Inviato: 22/06/2011, 10:44 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 05/10/2010
Messaggi: 193
Ciao a tutti, volevo domandare qualche chiarimento sulla forza deviante di Coriolis. In base a tale forza i venti subiscono una deviazione verso destra nel nostro emisfero e verso sinistra in quello australe: se questo principio vale sempre mi viene da pensare che si da per scontato che i venti spirano sempre nella stessa direzione, nello specifico dai poli verso l'equatore, ma onestamente mi riesce difficile credere che ogni singolo vento che spira su tutto il pianeta defluisce solo in questa direzione. Un altra cosa che non riesco a capire è quanto riportato su un libro sul meteo di Trebbi il quale riporta che la forza di Coriolis è massima ai poli e nulla all'equatore: magari sbaglio ma non dovrebbe essere massima all'equatore dove è massima la velocità lineare di rotazione della Terra?
Grazie a tutti

Gianluca


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Coriolis
 Messaggio Inviato: 22/06/2011, 12:03 
ilVolo.it Crew
ilVolo.it Crew
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 18/03/2008
Messaggi: 13816
Età: 52
Per la parte relativa ai venti, ovviamente il riferimento è ad una prevalenza. Fenomeni locali o perturbazioni possono influenzare la direzione di un vento, ma se ci fai caso puoi vedere come in genere le perturbazioni in Italia si muovono da ovest verso est.

Un esempio di fenomeno locale, e di come questo influisca sull'aviazione, c'è proprio qui in Veneto ed in Friuli. La presenza della bora, che spira da nord-est, favorisce la costruzione di piste che si avvicinino a tale orientamento, in modo tale da avere vento prevalentemente allineato.

_________________
Franco

http://www.aeroclubpadova.it
http://www.voloavelapadova.it
JetPhotos.Net, Spotting Group ilVolo.it

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Coriolis
 Messaggio Inviato: 22/06/2011, 15:21 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 03/07/2009
Messaggi: 783
Località: Roma
Età: 47
La spiegazione dovrebbe ( :? )essere la seguente:

La forza di Coriolis dipende dall'angolo formato dall'asse di rotazione del sistema di riferimento con la direzione della velocità del corpo; in particolare varia in modo direttamente proporzionale con il seno di detto angolo.

All'equatore un corpo che si muova verso nord o verso sud, ha un'angolo di 180° o 360° rispetto all'asse di rotazione della terra (con le dovute approssimazioni) e quindi il seno dell'angolo è paria a zero. Ai poli (angolo 90° o 270°) il seno vale 1 è la forza è massima.

_________________
"L'inizio è la metà di tutto." - Platone


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Coriolis
 Messaggio Inviato: 23/06/2011, 16:07 
Military Aircraft Modeller
Military Aircraft Modeller
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 10/12/2008
Messaggi: 1604
Età: 65
Da ricordi universitari, la forza deviante di Coriolis dipende dalla rotazione terrestre.
I venti vengono generati dalle diverse pressioni atmosferiche presenti in due punti. La direzione principale del vento dipende quindi da questi due punti. Coriolis dice che la rotazione della terra genera una deviazione da questa direzione e questa deviazione, verso destra e verso sinistra, dipende appunto dall'emisfero in cui ci si trova.
La forza deviante di Coriolis non impedisce che un vento spiri verso est o verso ovest, ma devia il suo flusso verso destra o verso sinistra.
Questa forza, e la corrispondente accelerazione, fanno si che la circuitazione dell'aria nelle zone anticicloniche sia antioraria nell'emisfero boreale e oraria nell'emisfero australe.

L'accelerazione di Coriolis non è responsabile solo di questo fenomeno, ma anche dei più comuni vortici nell'acqua nei fiumi e nei laghi. Anche gli scarichi dei nostri lavabi o vasche ne subiscono gli influssi, generando sempre dei vortici in senso orario, per noi.

Ciao,
Rodolfo.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Coriolis
 Messaggio Inviato: 26/06/2011, 18:05 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 22/08/2008
Messaggi: 6339
Località: Est di Greenwich,Nord dell'Equatore
Età: 26
learningtofly ha scritto:
La spiegazione dovrebbe ( :? )essere la seguente:

La forza di Coriolis dipende dall'angolo formato dall'asse di rotazione del sistema di riferimento con la direzione della velocità del corpo; in particolare varia in modo direttamente proporzionale con il seno di detto angolo.

All'equatore un corpo che si muova verso nord o verso sud, ha un'angolo di 180° o 360° rispetto all'asse di rotazione della terra (con le dovute approssimazioni) e quindi il seno dell'angolo è paria a zero. Ai poli (angolo 90° o 270°) il seno vale 1 è la forza è massima.

E' corretto...la formula è la seguente D=2w V sinLat
Dove:
- 2w è la velocità angolare della terra moltiplicata per due,
- V la velocità del corpo;
- sinLat il seno della latitudine alla quale il corpo si trova...come diceva giustamente learning to fly,la latitudine massima è 90°,e il massimo valore di seno è 1,che si ottiene con 90° ;)
P.S: nella formula ho messo D che sta per forza deviante!

_________________
Immagine


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 

Indice  »  Flight Crews Area  »  Meteo


 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: