Login   Iscriviti    Portale ilVolo.it    Indice Forum    Aerofan.it PhotoGallery    Cerca    FAQ    Regolamento

Il meteo su Washington

AVIATION TOP 100 - www.avitop.com Avitop.com

Indice  »  Flight Crews Area  »  Meteo

 

 


Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Cumulonembo e aerei
 Messaggio Inviato: 05/05/2010, 13:53 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 28/04/2010
Messaggi: 230
Immagine


cumulonembo (abbreviazione Cb) è una nube a sviluppo verticale che si sviluppa in condizioni di instabilità atmosferica; è la più spettacolare e imponente tra le nubi.
Vista a distanza si presenta grosso modo come una torre che dalla base piatta e relativamente non molto alta dal suolo (mediamente intorno ai 2000 metri alle nostre latitudini) si erge per alcuni chilometri, sino ad arrivare al limite della troposfera, ovvero, alle nostre latitudini, intorno ai 12000 m (meno ai poli e di più all'equatore). Raggiunto tale limite si espande orizzontalmente e non più verticalmente, dando luogo ad una sommità a forma di incudine in quanto a partire da quella quota l'aria comincia a diventare più calda a mano a mano che si sale e, quindi, il vapore acqueo in essa presente non riesce più a condensarsi. La base del cumulonembo è scura, a volte quasi nera, con sfumature che possono andare dal verde al giallo soprattutto quando causa la formazione di grandine.
Il cumulonembo è la nube tipica di temporali anche violenti e si presenta prevalentemente nelle ore più calde dei mesi estivi, in quanto la sua formazione necessita di una grande quantità di energia termica.
All'interno del cumulo si hanno fenomeni meteorologici molto violenti, con correnti ascensionali di forte intensità (anche di 40m/s) ed analoghe correnti discendenti al loro esterno, nonché grossi accumuli di elettricità statica, che possono dare luogo ai fulmini. Allo scoppiare del temporale, nella zona interna si forma una fortissima discendenza, mentre nelle zone circostanti prosegue l'ascendenza, quindi si verifica un forte vento al suolo che spesso solleva visibilmente foglie e polvere nella zona circostante al fenomeno.
Un cumulonembo rappresenta un pericolo per il volo a vela ed il volo libero, ed anche i piloti di aeroplani cercano per quanto possibile di evitarlo, volando a vista o con l'ausilio di radar meteorologici. La maggior parte degli aeroplani infatti non potrebbe far fronte alle forti discendenze che trascinerebbero l'aereo verso il suolo; al contrario potrebbero essere talvolta trascinati all'interno del cumulonembo dalle ascendenze. Alcuni sistemi di navigazione, anche se non progettati per questo scopo, indicano la presenza dei temporali.
Il cumulonembo calvus si eleva a forma di montagna o di "panna montata" e presenta contorni in genere lisci e ben delineati. Questo cumulonembo non ha raggiunto ancora il massimo stadio di sviluppo cioè il cumulonembo ad incudine (incus), a cui sono associati rovesci anche di forte intensità e manifestazioni temporalesche.
I cumulonembi si formano se l'aria è calda, umida e instabile.

Voce di wikipedia. Vorrei sapere da qualche pilota se è mai incappato in un CB, tale da sentirne la forza sull'aereo. Se si vola sopra un cumulonembo (nel caso in cui non sfondi la stratosfera con on overshooting top), si avverte la spinta
ascensionale pur stando fuori dalla struttura visibile a occhio?
Un'altra questione sui radar meteo. Io consulto spesso durante i temporali i radar meteo, che danno indicazioni sull'intensità del nucleo temporalesco in base alla riflettività. A volte capita però che i siti radar meteo saltino (radar non funzionante sui siti che consulto, specie il cetemps), ciò non accade mai per un pilota giusto? (di non ricevere il radar)
Immagine

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cumulonembo e aerei
 Messaggio Inviato: 05/05/2010, 14:33 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 22/01/2010
Messaggi: 992
Età: 26
MarcoIann ha scritto:
Raggiunto tale limite si espande orizzontalmente e non più verticalmente, dando luogo ad una sommità a forma di incudine in quanto a partire da quella quota l'aria comincia a diventare più calda a mano a mano che si sale e, quindi, il vapore acqueo in essa presente non riesce più a condensarsi.

Io sapevo che il top del CB era identificato da un livello di volo in cui vi era o una isotermia o una inversione termica, ovvero dove l'atmosfera è sub-adiabatica (gradiente termico veriticale minore di un grado ogni 100 mt). Poi non essendoci più una variazione verticale l'aria non può raffreddarsi al di sopra di quel dato livello, e così l'aevoluzione del CB raggiunge il suo top.

Per la domanda da quel che sò ormai quasi tutti gli aerei di linea sono dotati di un proprio radar meteo che permette di identificare la presenza di nubi, permettendo così al pilota, nel caso ve ne sia la possibilità, di evitarle (a seconda dei risultati).


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cumulonembo e aerei
 Messaggio Inviato: 05/05/2010, 14:38 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 28/04/2010
Messaggi: 230
Blade ha scritto:
MarcoIann ha scritto:
Raggiunto tale limite si espande orizzontalmente e non più verticalmente, dando luogo ad una sommità a forma di incudine in quanto a partire da quella quota l'aria comincia a diventare più calda a mano a mano che si sale e, quindi, il vapore acqueo in essa presente non riesce più a condensarsi.

Io sapevo che il top del CB era identificato da un livello di volo in cui vi era o una isotermia o una inversione termica, ovvero dove l'atmosfera è sub-adiabatica (gradiente termico veriticale minore di un grado ogni 100 mt). Poi non essendoci più una variazione verticale l'aria non può raffreddarsi al di sopra di quel dato livello, e così l'aevoluzione del CB raggiunge il suo top.

Per la domanda da quel che sò ormai quasi tutti gli aerei di linea sono dotati di un proprio radar meteo che permette di identificare la presenza di nubi, permettendo così al pilota, nel caso ve ne sia la possibilità, di evitarle (a seconda dei risultati).


Esatto, viene a mancare la spinta verso l'alto. Però è anche vero che se le correnti ascensionali sono molto forti il CB può sfondare la sua stessa incudine ghiacciata dando luogo all'overshooting top.

eccolo:
Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cumulonembo e aerei
 Messaggio Inviato: 05/05/2010, 14:40 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 22/01/2010
Messaggi: 992
Età: 26
MarcoIann ha scritto:
Esatto, viene a mancare la spinta verso l'alto. Però è anche vero che se le correnti ascensionali sono molto forti il CB può sfondare la sua stessa incudine ghiacciata dando luogo all'overshooting top.

Questo non lo sapevo! Grazie!


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cumulonembo e aerei
 Messaggio Inviato: 05/05/2010, 15:08 
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 9310
Località: Location Independent
Età: 44
Io lì dentro, col Paperozzo, non mi ci ficco... :yes:
Gli faccio il giro intorno...o, se è troppo grosso e brutto, giro la testa al ciuco e torno indietro. 8-)

_________________
'One fled, one dead, one sleeping in a gold bed' OLD RIME

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cumulonembo e aerei
 Messaggio Inviato: 05/05/2010, 20:37 
IT Support & Ops
IT Support & Ops
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 4106
Località: Winterthur (ZH)
Età: 47
MarcoIann ha scritto:
Vorrei sapere da qualche pilota se è mai incappato in un CB, tale da sentirne la forza sull'aereo.


Finire DENTRO un CB non ci tengo.



L'estate scorsa stavo tornando da Voghera (LILH) o Casale (LILM) verso Bresso (LIMB).
Nonostante il CB in accumulo fosse a NW di Malpensa (oltre 20NM dalla mia posizione), mi sono accorto dell'effetto della corrente d'aria per una leggera deriva che ho dovuto correggere.

_________________
Cordiali saluti/Best regards/Mit freundliche Grüßen,
andrea
Software Sorcery Specialist


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cumulonembo e aerei
 Messaggio Inviato: 05/05/2010, 21:08 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 28/04/2010
Messaggi: 230
senza aprire un'altra discussione: qualcuno che vola ha mai visto fulmini globulari
http://it.wikipedia.org/wiki/Fulmine_globulare

o fenomeni elettromagnetici particolari associati alle formazioni nuvolose?

Altra domanda: l'aereo dovrebbe fungere da gabbia di faraday. Ma neppure le apparecchiature elettromagnetiche ne risentono? Ci sono casi accertati di aerei che hanno subito danni da fulmini (non necessariamente danni che ne compromettono il volo)

che roba!!
http://www.youtube.com/watch?v=Cgtpg5ssoxk


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cumulonembo e aerei
 Messaggio Inviato: 06/05/2010, 23:49 
Military / Airline Pilot
Military / Airline Pilot
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 22/03/2008
Messaggi: 11966
Località: Roma e in giro per il mondo.
Età: 45
MarcoIann ha scritto:
Voce di wikipedia. Vorrei sapere da qualche pilota se è mai incappato in un CB, tale da sentirne la forza sull'aereo. Se si vola sopra un cumulonembo (nel caso in cui non sfondi la stratosfera con on overshooting top), si avverte la spinta
ascensionale pur stando fuori dalla struttura visibile a occhio?
Un'altra questione sui radar meteo. Io consulto spesso durante i temporali i radar meteo, che danno indicazioni sull'intensità del nucleo temporalesco in base alla riflettività. A volte capita però che i siti radar meteo saltino (radar non funzionante sui siti che consulto, specie il cetemps), ciò non accade mai per un pilota giusto? (di non ricevere il radar)


Io i CB li temo come li teme chi vola su velivoli di AG. Qualche tempo fa, anche su questo sito, stavamo dicendo con colleghi e appassionati, che negli ultimi anni si vedono CB arrivare sui 40mila e oltre piedi anche sul Mediterraneo. 20 anni fa, quando ho cominciato a volare, non se ne vedevano se non, come ci hai ricorato tu, sulla fascia equatoriale.
Un paio di volte son dovuto entrare ma ero su un velivolo che verrà presto fatto Santo: San 130! E devo dire che è un'esperienza molto forte sotto tutti i punti di vista. Direi che va il fatto di essere in balia degli eventi non è bellissimo. Per entrare intendo comunque arrivare nella parte di energia forte del CB, mai al centro dove potresti comunque avere seriproblemi.
Generalmente comunque se proprio si deve si staccano gli AP poichè il sistema potrebbe avere una serie di problemi a mantenere gli assetti. Quindi meglio a mano.
Il radar meteo ha avuto uno sviluppo incredibile negli ultimi anni. Oggi ci sono dei radar in grado di fare delle letture che per noi sono una mano santa. Con un semplice codice colori è possibile effettuare dei veri e propri slalom rimanenndo sempre in un area di sicurezza che prima era impensabile per una serie di motivi.
Credoperò di non aver capito la domanda su cosa non accade mai a un pilota riferito al radar.
Se ti riferisci al fatto che non possa funzionare... beh come tutte le cose si può rompere e stai sicuro che se ci sono CB e io non ho il radar meteo, evito alla grande.
Per praticità in genere si le cellule di CB si evitano, possibilmente sopravvento, a circa 5NM che è un range dove le energie si dovrebbero esser già dissipate. All'equatore 5NM non bastano.

_________________
Volare è sempre meglio che lavorare!
Bombing - Duck
Il Nostro Tempo
7X

Immagine
Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cumulonembo e aerei
 Messaggio Inviato: 07/05/2010, 8:08 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 28/04/2010
Messaggi: 230
Grazie. Ma quindi davvero hai notato una differenza tra anni fa e ora sull'altezza dei CB nel mediterraneo? Io so che le altezze maggiori dovrebbero raggiungersi con le prime tempeste autunnali, quando il mare è bello caldo, l'aria anche, e satura di energia esplosiva. Il mediterraneo inoltre è in grado anche di ospitare le cosiddette "bombe mediterranee", una sorta di piccoli uragani simili a quelli tropicali, sono detti TLC

http://meteolive.leonardo.it/meteo-notizia.php?id=28434


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cumulonembo e aerei
 Messaggio Inviato: 07/05/2010, 13:49 
Military / Airline Pilot
Military / Airline Pilot
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 22/03/2008
Messaggi: 11966
Località: Roma e in giro per il mondo.
Età: 45
Si, notate davvero e solo in estate.

_________________
Volare è sempre meglio che lavorare!
Bombing - Duck
Il Nostro Tempo
7X

Immagine
Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cumulonembo e aerei
 Messaggio Inviato: 07/05/2010, 18:31 
R&D Technician
R&D Technician
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 2973
Località: Milano
Età: 46
MarcoIann ha scritto:
Ci sono casi accertati di aerei che hanno subito danni da fulmini (non necessariamente danni che ne compromettono il volo)



Allegati:
fulmine.jpg
fulmine.jpg [ 32.51 KB | Osservato 274 volte ]

_________________
Andrea

Immagine Immagine Immagine Immagine
Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cumulonembo e aerei
 Messaggio Inviato: 09/05/2010, 11:42 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 1322
Dai CB meglio stare lontani, sia con gli aerei grandi che con quelli piccolini. Ho detto lontani, non starci fuori. La ragione e` duplice: ci sono possibili forti correnti ascendenti e discendenti, e talvolta il cumulo sputa fuori grandine anche in aria pulita. La grandine viene accelerata verso l'alto e puo` ricadere di lato, fuori dal cumulo.

Per quanto riguarda i fulmini globulari non se ne sa abbastanza per poter dire qualcosa di ragionevole. La cosa sicura e` che l'aereo non e` una gabbia di Faraday, ci sono troppe aperture e il metallo non e` un superconduttore :). A bordo degli aerei ci sono i "parafulmini" e le apparecchiature elettroniche, tante ormai, sono protette dalle scariche indotte dai fulmini.
Un apparato avionico, fra prototipo funzionante e versione da imbarcare sul velivolo raddoppia circa di volume, a causa dei filtri e protezioni che si devono mettere per garantire il funzionamento in caso di fulmine o disturbi elettromagnetici.

La foto postata da Otaku fa vedere un "parafulmine" che si e` immolato per salvare l'avionica :). Il "muso" dell'aereo deve essere non conduttivo perche' dietro c'e` il radar, ma deve anche prevenire che una scarica entri sul radar, altrimenti raggiunge tutta l'avionica.

Una soluzione e` quella di mettere delle strisce di bottoni metallici di rame sinterizzato che sono isolati fra di loro e quindi il radar vede oltre, ma che in caso di elevata tensione dovuta a scarica guidano la scarica sulla fusoliera metallica. Durante questa operazione alcuni bottoni evaporano, e quindi la prima scarica la intercettano di sicuro, la seconda probabilmente si`, e la terza non sempre la acchiappano :)

_________________
The quick brown fox jumps over the lazy dog

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cumulonembo e aerei
 Messaggio Inviato: 09/05/2010, 12:30 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 28/04/2010
Messaggi: 230
Complimenti per la competenza! :ok:


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ] 

Indice  »  Flight Crews Area  »  Meteo


 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: