Login   Iscriviti    Portale ilVolo.it    Indice Forum    Aerofan.it PhotoGallery    Cerca    FAQ    Regolamento

Il meteo su Washington

AVIATION TOP 100 - www.avitop.com Avitop.com

Indice  »  Historical and Military Aviation Area  »  Aviation History and Warbirds

 

 


Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: EFW N-20 "Aiguillon"
 Messaggio Inviato: 23/05/2015, 12:35 
IT Support & Ops
IT Support & Ops
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 4109
Località: Winterthur (ZH)
Età: 48
Sono sempre stato incuriosito dai prototipi e dai progetti di ricerca degli anni '50 e '60, quando l'aeronautica ha consolidato esperienze e sviluppi sul volo supersonico e sul volo a reazione.
I prototipi rimasti poi esemplari unici, indipendentemente dalle ragioni che hanno portato all'annullamento del progetto, li trovo altrettanto curiosi.

Visitando la sala 2 del museo dell'aria (Flieger-Flab-Museum) di Dübendorf (vedete anche la discussione dedicata alla sala 1: http://webcommunity.ilvolo.it/milit%C3%A4rflugplatz-d%C3%BCbendorf-t26661.html) ho scoperto un velivolo per me "insolito".

Si tratta del prototipo, rimasto esemplare unico, del progetto EFW (Eidgenössiche Flugzeugwerk, fabbrica aeronautica federale) N20 - primo tentativo della Confederazione Svizzera di sviluppare un caccia a reazione.

L'aeroplano e' stato sicuramente un progetto ambizioso, sia in termini di ricerca aeronautica sia in termini di maturità industiale, racchiudendo in un unico velivolo una serie di soluzioni sulle quali la federazione aveva pochissima esperienza.

La macchina si presenta come una costruzione interamente metallica, con ala media avente pianta a freccia e corda elevata, ampia deriva verticale a freccia, priva di piani di coda orizzontali.
Le superfici di controllo sono alettoni, in numero di due per semiala (non e' chiaro se quello interno o entrambi hanno anche la funzione di ipersostentatori) e timone che si estende per tutta l'altezza della deriva.
I propulsori, in numero di quattro, sono installati in gondole nello spessore dell'ala, con prese d'aria e scarichi individuali.
Il cockpit e' in posizione avanzata sul muso.
A causa della presenza dei jet nello spessore alare, le gambe del carrello principale sono installate a circa meta' dell'apertura di ogni semiala, con retrazione longitudinale.


Modello del prototipo N20.10 "Aiguillon" realizzato in radica ed esposto in una vetrina nella sala 1 del museo:
Allegato:
N20model.jpg
N20model.jpg [ 22.95 KB | Osservato 60 volte ]


Vista dall'alto dell'esemplare unico N20.10 esposto a Dübendorf.
Allegato:
66_N20.JPG
66_N20.JPG [ 271.36 KB | Osservato 69 volte ]


Vista dell'esemplare dal lato destro; l'installazione non favorisce le riprese fotografiche ravvicinate a causa della disposizione non ottimale dei punti luce e di un fondale nero.

Sono pero' osservabili le prese d'aria ellittiche dei due motori installati nella semiala destra.

Allegato:
17_N20_1.JPG
17_N20_1.JPG [ 279.98 KB | Osservato 58 volte ]


Il progetto si sviluppa secondo vari percorsi di ricerca a partire dal 1947.

I primi test di fattibilita' della soluzione aerodinamica vengono eseguiti con un modello in scala 0,6:1 (N20.01), costruito come aliante in legno e tela e munito di JATO per il decollo ed il raggiungimento della necessaria altitudine. Questo esemplare rimane distrutto in un incidente nel 1949.

Il successivo passo e' un modello (N20.02 Arbalète), nella stessa scala, pero' motorizzato da quattro turbojet Turboméca Piméné (installati in numero di due per semiala, uno in posizione dorsale ed uno in posizione ventrale).
L'esemplare unico e' conservato al museo dei trasporti di Lucerna.
Il primo volo, nel 1951, mostra notevoli doti di manovrabilità.

Modellino del prototipo N20.02 conservato in una vetrina, sala 1 del museo di Dübendorf.
Allegato:
N20.02Arbacete.JPG
N20.02Arbacete.JPG [ 34.3 KB | Osservato 61 volte ]


Parallelamente alla ricerca aerodinamica su soluzioni in cui l'industria acquisisce esperienza proprio con il progetto N20, prosegue la ricerca sul propulsore a jet - altro campo dove la Svizzera non ha alcuna esperienza.

Inizialmente (1948) la svizzera Sulzer lavora ad un piccolo turbojet, denominato D45.
Questo propulsore viene inizialmente scelto per il progetto N20 ma successivamente abbandonato in favore di una diversa soluzione. Il D45, in varie evoluzioni fino alla D45.04 da 750kg/spinta, sara' collaudato al banco fino al 1955.

Al posto del turbojet Sulzer viene preferita una rielaborazione del turboelica Armstrong Siddeley Mamba.
EFW sostituisce la scatola di riduzione del turboelica con uno stadio di bassa pressione, realizzando il turbofan AS/EFW "Swiss Mamba" (spinta da 635 nella prima versione).

I collaudi di questo motore (1948), oltre che al banco, avvengono posizionando il turbofan in una gondola sagomata come una sezione di semiala del progetto N20, installata ventralmente su un DH88 Mosquito (il modello di questa soluzione, in foto).
Secondo il museo di Dübendorf, sarebbe il primo turbofan ad avere volato.

Allegato:
DH88_Mamba.JPG
DH88_Mamba.JPG [ 24.35 KB | Osservato 59 volte ]


Motore "Swiss Mamba" SM-01 da 635kg/spinta, esposto vicino al prototipo N20.10 da cui e' stato rimosso:
Allegato:
24_N20_SwissMamba.JPG
24_N20_SwissMamba.JPG [ 276.55 KB | Osservato 63 volte ]


Vista d'insieme del prototipo N20.10 e del motore turbofan:

Allegato:
25_N20_4.JPG
25_N20_4.JPG [ 264.02 KB | Osservato 69 volte ]


Il progetto "Swiss Mamba", una volta installato nella cellula N20.10, risulta inizialmente sottopotenziato per le prestazioni richieste.
Ulteriore lavoro di ricerca culmina nel 1952 con una versione bialbero in grado di erogare 1300kg/spinta.

...

:ciao:

_________________
Cordiali saluti/Best regards/Mit freundliche Grüßen,
andrea
Software Sorcery Specialist


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: EFW N-20 "Aiguillon"
 Messaggio Inviato: 23/05/2015, 21:56 
IT Support & Ops
IT Support & Ops
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 4109
Località: Winterthur (ZH)
Età: 48
Vista del prototipo N20.10 e del posizionamento dei turbofan Swiss Mamba all'interno dello spessore alare.

Allegato:
19_N20_3.JPG
19_N20_3.JPG [ 314.31 KB | Osservato 63 volte ]


Vista degli scarichi dei turbofan, a sezione rettangolare, in numero di sei.
Per ogni motore ci sono tre scarichi: uno centrale per il flusso caldo, due esterni per le camere di combustione collegate al reheat sul flusso freddo del fan.

Allegato:
69_N20.JPG
69_N20.JPG [ 263.47 KB | Osservato 48 volte ]


Il prototipo N20.10 presenta alcune soluzioni tecniche particolari, indicate dal seguente schema (di cui fornisco una breve traduzione piu' sotto) e consistenti in un sistema simile ad un reheat sul e parziale vettorizzazione del flusso cosi trattato con effetto di ipersostentazione e di reverse thrusting.

Allegato:
22_N20_schema.JPG
22_N20_schema.JPG [ 203.81 KB | Osservato 68 volte ]


Schema del turbofan SwissMamba:
Cita:
a) Motore SwissMamba SM-01
1) ausiliari (presa di forza accessori)
2) riduttore
3) compressore di bassa
4) compressore di alta
5) camera di combustione
6) turbina
7) camera di combustione sul flusso freddo (due per motore, otto in totale)


Note aerodinamiche:
Cita:
b), c), d) mostrano le differenti condizioni di lavoro di un'ala normale, dove la velocità V sul dorso alare e' elevata (b); dove V e' minore quando il flusso d'aria attraversa la sezione alare (c); dove le perdite vengono compensate dal flusso caldo del jet (d);


Sistemi di deviazione dei gas di scarico:
Cita:
e) Deviazione del flusso
8) ugello a chiusura variabile
9) conchiglie di chiusura dello scarico
10) valvola di chiusura (solo nella parte superiore)


Le deviazioni avvengono tramite la regolazione della geometria dello scarico, la chiusura di (9) per generare l'effetto di inversione di spinta (h) e di (10) per generare l'effetto ipersostentatore ad alti angoli di attacco ed elevati ratei di discesa (g).

Diverse configurazioni di deviazione dei flussi:
Cita:
f) operazione normale;
g) operazione come ipersostentatore (maggiore rateo di discesa);
h) operazione come thrust reverser;


L'inadeguatezza del propulsore spinge allo sviluppo del modello N20.20, in cui i quattro turbofan Swiss Mamba vengono sostituiti da due AS Sapphire o RR Avon in una simile installazione nella radice alare.

Il prototipo N20.10, equipaggiato con i motori SM-01, e' pronto nel 1952. Secondo una fonte, non volera' mai, secondo un'altra voce effettua solo un breve volo durante un test di rullaggio.

Dopo poco tempo, il progetto di sviluppo del velivolo e del motore Swiss Mamba, costati al momento 15 milioni CHF, vengono annullati per cause non chiare. Sicuramente decisioni politiche e giochi di potere spostano lo sviluppo e produzione del nuovo jet militare svizzero da EFW Emmen (diventata oggi RUAG Aerospace) a FFA Altenrhein (nata nel 1948 come spin-off di Dornier, riacquisita da Dornier nel 1987).

Il prototipo N20.10 viene preservato, il modello N20.20 rimane sulla carta e in modelli per studio alla galleria del vento.

:ciao:

_________________
Cordiali saluti/Best regards/Mit freundliche Grüßen,
andrea
Software Sorcery Specialist


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: EFW N-20 "Aiguillon"
 Messaggio Inviato: 26/05/2015, 19:28 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 14863
Località: Dubai U.A.E:
Età: 59
Questo non lo conoscevo...

Ricordavo l'altro prodotto della tecnologia svizzera ma credo che sia conservato al museo di Losanna.

...

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: EFW N-20 "Aiguillon"
 Messaggio Inviato: 26/05/2015, 21:17 
IT Support & Ops
IT Support & Ops
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 4109
Località: Winterthur (ZH)
Età: 48
E' sicuramente uno degli aeroplani piu' inconsueti che mi sia mai capitato di fotografare.

Comunque a Dübendorf ho fotografato anche il FFA P-16.
Devo solo trovare cinque minuti per postare.

:ciao:

_________________
Cordiali saluti/Best regards/Mit freundliche Grüßen,
andrea
Software Sorcery Specialist


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 

Indice  »  Historical and Military Aviation Area  »  Aviation History and Warbirds


 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: