Login   Iscriviti    Portale ilVolo.it    Indice Forum    Aerofan.it PhotoGallery    Cerca    FAQ    Regolamento

Il meteo su Washington

Indice  »  Aircraft Engineering Area  »  Engineering & Maintenance



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Fuel quantity probes e cavi coassiali
 Messaggio Inviato: 08/03/2015, 13:06 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 17/01/2015
Messaggi: 46
Località: Milano
Età: 30
Buona domenica a tutti, settimana scorsa nel corso della parte pratica della mia part 147 (su un Piaggio P166 DL3 APH radiato dalla AMI), disinstallando il sensore quantità carburante del main tank ho trovato che l'output elettrico esce da due cavi coassiali.

Immagine

Sono rimasto un po' incredulo dal trovare un cavo di quel tipo al di fuori di un equipaggiamento radio, qualcuno per caso sa se è la norma trovare cablaggi di questo tipo sulle sonde capacitive?
:grazie:

P.s. dato che sto documentando con foto quasi tutti i lavori che stiamo svolgendo per addestramento, se la cosa potesse interessare apro un topic apposito nella sezione walkaround, così magari quando avrò altri dubbi sfrutto quello :ciao:


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fuel quantity probes e cavi coassiali
 Messaggio Inviato: 08/03/2015, 13:50 
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 9322
Località: Location Independent
Età: 47
Ciao.

Purtroppo non ho le competenze per irspondere alla tua domanda, ma credo che presto qualcuno provvederà.

Riguardo il topic che documenta i vari dettagli del tuo addestramento; sei più che benvenuto ad aprirlo.

:welcome: :clap:

_________________
'One fled, one dead, one sleeping in a gold bed' OLD RIME

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fuel quantity probes e cavi coassiali
 Messaggio Inviato: 08/03/2015, 14:32 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 15084
Località: Dubai U.A.E:
Età: 62
Dipende da come è stato progettato l'impianto elettrico del velivolo. Installazioni del genere sono abbastanza vecchie come concezione ed erano fatte per le probe che lavoravano su serbatoi non integrali ma con all'interno delle vesciche di neoprene. E' un'installazione tipicamente militare che è abbastanza difficile ritrovare in un velivolo relativamente moderno.

Questo a dimostrazione di come i corsi siano fatti sempre su materiale all'ultimo grido ....

La seconsa idea è buona, interessa anche a me !

....

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fuel quantity probes e cavi coassiali
 Messaggio Inviato: 09/03/2015, 18:33 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 17/01/2015
Messaggi: 46
Località: Milano
Età: 30
Sì il velivolo in questione è sicuramente molto vecchio come concezione.
Come mai questo tipo di soluzione veniva impiegato in particolare con serbatoi bladder? Il serbatoio dal quale è stata estratta la sonda è integrale... Forse una modifica?

(In questi giorni recupero un po' di materiale fotografico aggiuntivo organizzandomi con un corsista che ha avuto la mia stessa idea, e appena ho tempo apro il topic con la presentazione del velivolo e il resoconto di qualche lavoro per cominciare! :ciao: )


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fuel quantity probes e cavi coassiali
 Messaggio Inviato: 09/03/2015, 20:17 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 03/07/2009
Messaggi: 792
Località: Roma
Età: 50
bande_ ha scritto:
Sì il velivolo in questione è sicuramente molto vecchio come concezione.
Come mai questo tipo di soluzione veniva impiegato in particolare con serbatoi bladder? Il serbatoio dal quale è stata estratta la sonda è integrale... Forse una modifica?

(In questi giorni recupero un po' di materiale fotografico aggiuntivo organizzandomi con un corsista che ha avuto la mia stessa idea, e appena ho tempo apro il topic con la presentazione del velivolo e il resoconto di qualche lavoro per cominciare! :ciao: )


:ok: Sarebbe moolto interessante. Grazie

_________________
"L'inizio è la metà di tutto." - Platone


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fuel quantity probes e cavi coassiali
 Messaggio Inviato: 10/03/2015, 8:44 
IT Support & Ops
IT Support & Ops
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 4129
Località: Winterthur (ZH)
Età: 51
Sono curioso anch'io.

Soprattutto per l'uso del coassiale anzichè, per dire, di un semplice twisted pair.

_________________
Cordiali saluti/Best regards/Mit freundliche Grüßen,
andrea
Software Sorcery Specialist


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fuel quantity probes e cavi coassiali
 Messaggio Inviato: 10/03/2015, 18:43 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 15084
Località: Dubai U.A.E:
Età: 62
L'utilizzo di questo tipo di sonde sui velivoli dotati di serbatoi a vescica in neoprena era fatto principalmente perchè il neoprene isolava la struttura e di conseguenza era necessario avere un filo di massa diretto al probe per garantire il funzionamento.

L'utilizzo anche il serbatoi inyegrali non comporta sostanziali differenze in quanto il cavo di massa praticamente non si utilizza anche se fisicamente installato.

Parliamo comunque di probe capacitive che lavorano con segnali di capacita diretti ad un amplificatore di segnale analogico. Le probe moderne lavorano con lo stesso principio ma il segnale viene direttamente elaborato in segnale digitale da un FMCU ( o come volete chiamarlo a seconda del costruttore)

Queste installazioni sono progettualmente valide e sicuramente ancora valide nel funzionamento ma si tratta di principi validi ancora fino agli anni 90.

Questo non significa che siano sistemi o impianti non validi considerando che ci sono ancora diverse migliaia di aeroplani civili e militari che utilizzano ancora sistemi del genere.

Comunque è molto più difficile effettuare un'operazione di taratura e di troubleshooting su un tale tipo di installazione rispetto ad un sistema digitale.

....

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Indice  »  Aircraft Engineering Area  »  Engineering & Maintenance


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: