Login   Iscriviti    Portale ilVolo.it    Indice Forum    Aerofan.it PhotoGallery    Cerca    FAQ    Regolamento

Il meteo su Washington

AVIATION TOP 100 - www.avitop.com Avitop.com

Indice  »  Flight Crews Area  »  Meteo

 

 


Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Colpo di coda invernale poi probabile Marzo fresco
 Messaggio Inviato: 16/02/2011, 12:40 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 28/04/2010
Messaggi: 230
Immagine
Immagine

Buongiorno amici lettori meteoappasionati. Il modello americano GFS ci propone questo:Mancano ancora 8 giorni quindi possono ancora ritrattare, ma di emissione in emissione i modelli paiono abbastanza concordi in un ritorno invernale verso il 23-24 Febbraio.
Sarebbe aria gelida continentale affluente da est e che affluirebbe anche dalla porta del rodano creando maltempo tirrenico con neve a bassissima quota. Se si realizzassero in toto così come previste oggi nella mappa che vedete (poco probabile) con termiche di -35C a 5000m e -6-7 a 1500m sarebbe da nevicate al piano sul tirreno.

Poi le proiezione stagionali dell'IRI prevedono un Marzo fresco della norma sul mediterraneo centrale. Dunque una rivincita dell'inverno, che finora era ceduto sotto i colpi della mitezza anticiclonica, specie in questo mese di Febbraio e fine Gennaio :clap:


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Colpo di coda invernale poi probabile Marzo fresco
 Messaggio Inviato: 16/02/2011, 13:19 
ilVolo.it Crew
ilVolo.it Crew
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 18/03/2008
Messaggi: 13816
Età: 52
Stand-by per le prossime nevicate, allora!

_________________
Franco

http://www.aeroclubpadova.it
http://www.voloavelapadova.it
JetPhotos.Net, Spotting Group ilVolo.it

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Colpo di coda invernale poi probabile Marzo fresco
 Messaggio Inviato: 16/02/2011, 14:20 
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 9310
Località: Location Independent
Età: 44
:grazie:

Le zone segnate con 'T' sono di bassa pressione, giusto?

_________________
'One fled, one dead, one sleeping in a gold bed' OLD RIME

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Colpo di coda invernale poi probabile Marzo fresco
 Messaggio Inviato: 16/02/2011, 15:23 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 28/04/2010
Messaggi: 230
Black Magic ha scritto:
:grazie:

Le zone segnate con 'T' sono di bassa pressione, giusto?


Si. La mappa, essendo a più di 7 giorni, è da prendere come "tendenza" poichè i computer non riescono a prevedere con dettaglio tutte le manovre bariche. Diciamo però che l'elevazione anticiclonica sulla gran bretagna con asse inclinato garantirebbe per reazione l'afflusso gelido da est. In questi casi inizialmente nevica sulle coste e montagne lato adriatiche. Se però la massa gelida aggira le alpi dalla francia tuffandosi da ovest, l'interazione con il mare porterebbe a una bassa pressione foriera di neve anche sulle tirreniche. :ciao:

Da notare l'anticiclone termico russo a cuore freddo. (verdino con 1040hpa) mentre quelli inglese è dinamico a cuore caldo ( sui 1030hparosso).
I ponti tra alta dinamica e alta russa garantiscono un moto antizonale gelido da est al di sotto del ponte.

Questa manovra è nota anche come "Ponte di Weikoff"


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Colpo di coda invernale poi probabile Marzo fresco
 Messaggio Inviato: 16/02/2011, 20:11 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 28/04/2010
Messaggi: 230
Carte aggiornatesi: l'emissione nuova non vede il ponte tra gli anticicloni, quindi niente freddo. Aspettiamo possono ancora esserci ribaltoni


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Colpo di coda invernale poi probabile Marzo fresco
 Messaggio Inviato: 16/02/2011, 20:52 
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 9310
Località: Location Independent
Età: 44
Qual'è il limite di attendibilità sul medio termine delle previsioni con griglie così larghe?
Io sapevo che, per le griglie fitte delle previsioni locali, su tre giorni c'è un'affidabilità altissima e poi si scade aumentando il periodo.
Immagino che con una mesh più ampia anche sul medio periodo si possano fare previsioni attendibili.

PS Quando ero all'università avrei voluto fare il meteorologo... poi ho iniziato ad occuparmi di motori... ed eccomi quì.

_________________
'One fled, one dead, one sleeping in a gold bed' OLD RIME

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Colpo di coda invernale poi probabile Marzo fresco
 Messaggio Inviato: 17/02/2011, 9:52 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 28/04/2010
Messaggi: 230
Devi tener conto che nel medio e lungo termine non puoi parlare di previsioni. Ci sono siti-truffa che vendono a pagamento previsioni su città precise a oltre 7 giorni: è una pura e semplice truffa. Tra 7 giorni possiamo dire come si muoveranno le figure bariche in linea di massima, ma piccole differenze a scala europea portano spesso a grandi differenze a scala locale. Diciamo che nel medio si può prevedere con buona attendibilità un'ondata di caldo o di freddo, l'arrivo di una perturbazione o di un anticiclone sul medierraneo: non si può dire esempio: Giovedì mattina 24 febbraio pioverà a Roma, quelle sono cose di dettaglio che rientrano nei 3 giorni per avere affidabilità. In certe situazioni, tipo ondate temporalesche estive pomeridiane, non possiamo nemmeno dire un'ora prima che si formi il temporale se roma sarà colpita o no, potremmo fare un radiosondaggio sulla capitale e dire: ci sono buoni valori termodinamici per un temporale: poi magari il temporale si forma poco distante e liscia solo la città.

Per quanto riguarda l'affidabilità di questi modelli previsionali su medio-lungo, molto dipende anche dalla situazione. Ci sono periodi in cui ci sono molte variabili e forzanti in gioco per cui i modelli stessi fanno continui balletti senza inquadrare con precisione cosa accadrà tra 4-5 giorni a livello termico-barico, e altri periodi in cui i modelli hanno buona affidabilità a una settimana. Di solito per l'attendibilità si consultano gli spaghi
Immagine

sotto precipitazioni, sopra termiche. ogni spago è un emissione di un modello matematico diverso (impostato su parametri leggermente diversi) La linea rossa è la media del periodo

Forbice aperta: poca attendibilità. Forbice chiusa: concordanza tra i modelli. Se vedi verso il 24 vanno tutti sotto media


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Colpo di coda invernale poi probabile Marzo fresco
 Messaggio Inviato: 17/02/2011, 10:18 
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 9310
Località: Location Independent
Età: 44
Interessantissimo!!!
:grazie:

_________________
'One fled, one dead, one sleeping in a gold bed' OLD RIME

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Colpo di coda invernale poi probabile Marzo fresco
 Messaggio Inviato: 17/02/2011, 11:31 
ilVolo.it Crew
ilVolo.it Crew
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 18/03/2008
Messaggi: 13816
Età: 52
Grazie, confermo anch'io, molto interessante. Soprattutto quest'ultima immagine.

_________________
Franco

http://www.aeroclubpadova.it
http://www.voloavelapadova.it
JetPhotos.Net, Spotting Group ilVolo.it

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Colpo di coda invernale poi probabile Marzo fresco
 Messaggio Inviato: 17/02/2011, 12:01 
IT Support & Ops
IT Support & Ops
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 4107
Località: Winterthur (ZH)
Età: 48
MarcoIann ha scritto:
Per quanto riguarda l'affidabilità di questi modelli previsionali su medio-lungo, molto dipende anche dalla situazione. Ci sono periodi in cui ci sono molte variabili e forzanti in gioco per cui i modelli stessi fanno continui balletti senza inquadrare con precisione cosa accadrà tra 4-5 giorni a livello termico-barico, e altri periodi in cui i modelli hanno buona affidabilità a una settimana. Di solito per l'attendibilità si consultano gli spaghi


Sai dirmi, nei modelli matematici meteo, quanto "pesa" l'utilizzo di dati storici?

Mi spiego meglio: supponiamo di avere un database contenente i dati meteo raccolti giorno per giorno, per 365 gg, in quella determinata area geografica.

Nel momento in cui il modello matematico lavora per calcolare la previsione, viene anche fatta una simulazione del comportamento futuro in base ai dati del passato?

_________________
Cordiali saluti/Best regards/Mit freundliche Grüßen,
andrea
Software Sorcery Specialist


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Colpo di coda invernale poi probabile Marzo fresco
 Messaggio Inviato: 17/02/2011, 12:30 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 28/04/2010
Messaggi: 230
AlphaPapa ha scritto:
MarcoIann ha scritto:
Per quanto riguarda l'affidabilità di questi modelli previsionali su medio-lungo, molto dipende anche dalla situazione. Ci sono periodi in cui ci sono molte variabili e forzanti in gioco per cui i modelli stessi fanno continui balletti senza inquadrare con precisione cosa accadrà tra 4-5 giorni a livello termico-barico, e altri periodi in cui i modelli hanno buona affidabilità a una settimana. Di solito per l'attendibilità si consultano gli spaghi


Sai dirmi, nei modelli matematici meteo, quanto "pesa" l'utilizzo di dati storici?

Mi spiego meglio: supponiamo di avere un database contenente i dati meteo raccolti giorno per giorno, per 365 gg, in quella determinata area geografica.

Nel momento in cui il modello matematico lavora per calcolare la previsione, viene anche fatta una simulazione del comportamento futuro in base ai dati del passato?



Quello lo fanno i modelli stagionali, che fanno "PROIEZIONI" non previsioni, sull'andamento meteorologico-climatico. Ad esempio NOAA IRI, IBIMET di solito fanno proiezioni su come sarà la prossima primavera estate. Danno una mappa di anomalie previste, e lo fanno inserendo valori probabilistici: ovvero ad esempio: "con tali anomalie della superfice oceanica si è visto che susseguiva una fascia di anticicloni sul mediterraneo". Allora si impostano dei legami tra le variabili probabilistiche, per cui essendosi verificato in passato che x+y davano z allora anche nel futuro sarà così.

invece i modelli previsionali sono totalmente deterministici. Ovvero partono con una serie di parametri reali misurati ( T,UR, venti, barica ecc...al suolo e a varie quote, fino allo stratosfera) nel tempo T0, l'uomo imposta le relazioni, il modello traccia l'evoluzione, ovvero come questa miriade di variaili interagiscono dando un risultato finale. Più si va in la più i modelli deterministici ampliano l'errore fino a dare previsioni inattendibili dopo un lasso di tempo


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Colpo di coda invernale poi probabile Marzo fresco
 Messaggio Inviato: 18/02/2011, 19:48 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 28/04/2010
Messaggi: 230
MarcoIann ha scritto:
AlphaPapa ha scritto:
MarcoIann ha scritto:
Per quanto riguarda l'affidabilità di questi modelli previsionali su medio-lungo, molto dipende anche dalla situazione. Ci sono periodi in cui ci sono molte variabili e forzanti in gioco per cui i modelli stessi fanno continui balletti senza inquadrare con precisione cosa accadrà tra 4-5 giorni a livello termico-barico, e altri periodi in cui i modelli hanno buona affidabilità a una settimana. Di solito per l'attendibilità si consultano gli spaghi


Sai dirmi, nei modelli matematici meteo, quanto "pesa" l'utilizzo di dati storici?

Mi spiego meglio: supponiamo di avere un database contenente i dati meteo raccolti giorno per giorno, per 365 gg, in quella determinata area geografica.

Nel momento in cui il modello matematico lavora per calcolare la previsione, viene anche fatta una simulazione del comportamento futuro in base ai dati del passato?



Quello lo fanno i modelli stagionali, che fanno "PROIEZIONI" non previsioni, sull'andamento meteorologico-climatico. Ad esempio NOAA IRI, IBIMET di solito fanno proiezioni su come sarà la prossima primavera estate. Danno una mappa di anomalie previste, e lo fanno inserendo valori probabilistici: ovvero ad esempio: "con tali anomalie della superfice oceanica si è visto che susseguiva una fascia di anticicloni sul mediterraneo". Allora si impostano dei legami tra le variabili probabilistiche, per cui essendosi verificato in passato che x+y davano z allora anche nel futuro sarà così.

invece i modelli previsionali sono totalmente deterministici. Ovvero partono con una serie di parametri reali misurati ( T,UR, venti, barica ecc...al suolo e a varie quote, fino allo stratosfera) nel tempo T0, l'uomo imposta le relazioni, il modello traccia l'evoluzione, ovvero come questa miriade di variaili interagiscono dando un risultato finale. Più si va in la più i modelli deterministici ampliano l'errore fino a dare previsioni inattendibili dopo un lasso di tempo



Aggiornamenti:
Il freddo da Mercoledì prossimo colpirà da est senza dare vita a ciclogenesi tirreniche. Dunque a beneficiare delle nevicate saranno soprattutto le zone adriatiche esposte al burian (specie abruzzesi, molisane) per AES (Adriatic effect snow) ovvero umidificazione per passaggio su mare con formazione di nubi nevose (beati loro). Altrove probabilmente solo un 2-3 giorni di freddo intenso


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Colpo di coda invernale poi probabile Marzo fresco
 Messaggio Inviato: 26/03/2011, 14:49 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 28/04/2010
Messaggi: 230
Alla fine le previsioni a lungo termine hanno un po' toppato. Si prevedeva un ritorno invernale nel periodo 20-25 marzo ma è stato cancellato. Al momento le novità sono che da domani il tempo peggiora un poco: qualche pioggia specie al nord e nubi sparse. Mentre lunedì peggioramento più deciso con piogge specie sulla fascia tirrenica fino alla Campania tutta. Poi ritorno del bel tempo e proseguimento molto mite. Sembra dominare per il prossimo mese una figura barica di anticiclone caldo sulla penisola iberica, nelle sue fasi di maggiore espansione potrebbe portare una fase di "caldo" primaverile. Insomma non si intravedono colpi di coda invernali o maltempo con calo termico ancora per un bel po'.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Colpo di coda invernale poi probabile Marzo fresco
 Messaggio Inviato: 30/03/2011, 12:07 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 28/04/2010
Messaggi: 230
Come potete osservare dalle mappe autoaggiornanti e dagli spaghi postati sopra...ondata di caldo primaverile in vista. Sembrerà fine maggio la prossima settimana: sole e cielo sereno :yes:


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Colpo di coda invernale poi probabile Marzo fresco
 Messaggio Inviato: 03/04/2011, 7:56 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 28/04/2010
Messaggi: 230
Sembra quasi estate. Tutto il mediterraneo sotto anticiclone che si rafforzerà ancora di pi nei prossimi giorni. Superati i 30C di massima nel sud della Spagna e toccati 28C nel sudovest francese (sottovento ai Pirenei). Giusto martedì ci sarà qualche acquazzone nelle zone interne appenniniche per una debole infiltrazione di aria fresca in quota, ma subito da Mercoledì si ringonfia l'HP con cuore mediterraneo e massimi pressori tra sud della Francia e centronord Italia. Almeno fino al 20 Aprile pare la musica sarà questa: bel tempo a oltranza e temperature sopra media (da maggio) :welcome:


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ] 

Indice  »  Flight Crews Area  »  Meteo


 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: