Login   Iscriviti    Portale ilVolo.it    Indice Forum    Aerofan.it PhotoGallery    Cerca    FAQ    Regolamento

Il meteo su Angleton

AVIATION TOP 100 - www.avitop.com Avitop.com

Indice  »  Aircraft Engineering Area  »  Aircraft Investigation Reports & Analysis

 

 

Regole del forum


Il regolamento dell'area si trova qui.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 38 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: I-FEEV
 Messaggio Inviato: 18/12/2012, 20:46 
Military / Airline Pilot
Military / Airline Pilot
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 22/03/2008
Messaggi: 12317
Località: Roma e in giro per il mondo.
Età: 48
Un diretto verso un punto NON è un cambio di SID. E' un taglio, generalmente, nella SID stessa già impostata e (si spera) briefingata a terra. Una volta decollato al velivolo non può essere cambiata la SID ma si possono dare dei diretti. Da LIRA Ciampino un diretto Bolsena è anomalo poichè si va incontro al flusso che vuole atterrare a Ciampino (STAR) per cui forse, ripeto forse, al Cpt è venuto ildubbio della clearance. In un cockpit del genere un pilota vola l'aereo (PF) e l'altro (PNF) fornisce tutto il supporto necessario ale operazioni normali, anormali e di emergenza, compresa la navigazione quindi.

_________________
Volare è sempre meglio che lavorare!
Bombing - Duck
Il Nostro Tempo
7X

Immagine
Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I-FEEV
 Messaggio Inviato: 26/12/2012, 17:28 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 22/02/2009
Messaggi: 16
Non ho ancora letto il rapporto dell'ANSV che spero di avere presto. Il pilota in queste situazioni, come riportato sul piano di volo, dichiara alla prima comunicazione, di essere un MEDIFLIGHT (credo che si scriva così), cioè un volo coinvolto in operazione di trasporto di organi per trapianto. Gli enti di controllo del traffico danno la massima assistenza cercando di agevolare i piloti con i tempi di volo sempre nel rispetto della sicurezza. Ho avuto l'occasione come molti altri piloti di aviazione generale e militari di fare questi voli e credo che tutti concordino con me che si tratta di voli molto impegnativi anche perchè dopo aver prelevato l'equipe medica, arrivati a destinazione, si aspetta per ore che tornino con il caratteristico contenitore termico da "Picnic". Spesso sono aeroporti militari all'estero e non c'e' modo di riposare se non sui sedili dell'aereo. Scusate il preambolo, ma questo per dire che secondo me chi è coinvolto in questi voli si aspetta di avere dei "diretti" e li gradisce non poco.
Per il resto, chi vola da professionista lo sà, il PF vola la macchina ed il PNF si occupa delle comunicazioni e di inserire i dati nell'FMS (naturalmente con il consenso del PF) che nel caso di I-FEEV era un Rockwell Collins 4200. Si trova in molte altre macchine di quell'epoca ed è abbastanza facile da gestire, ma ignoro quali siano.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I-FEEV
 Messaggio Inviato: 26/03/2013, 8:33 
ilVolo.it Crew
ilVolo.it Crew
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 18/03/2008
Messaggi: 13816
Età: 55
Vedere che ANSV ancora non riesce ad accedere ai dati necessari per svolgere una inchiesta tecnica, e che addirittura il magistrato affida a terzi la trascrizione, passando sopra al nostro ente nazionale, mi deprime e fa arrabbiare allo stesso tempo. Fortuna che solo due anni il Ministero di Giustizia sollecitava la collaborazione...:

Il Ministero della giustizia ha dato un riscontro sostanzialmente positivo alla raccomandazione di sicurezza ANSV-18/1546-08/2/A/09, con la quale l’ANSV raccomandava di sensibilizzare tutte le Procure della Repubblica sulla necessità che, nel caso di piloti deceduti in incidenti aerei, la relativa sepoltura non sia eseguita prima di aver sentito l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo. In particolare, l’ANSV raccomandava di sensibilizzare tutte le Procure della Repubblica sulla necessità che la competente autorità giudiziaria - qualora l’ANSV lo ritenga assolutamente necessario per il regolare svolgimento dell’inchiesta tecnica, anche al fine del rispetto della normativa internazionale in materia (Allegato 13 alla Convenzione relativa all’aviazione civile internazionale) - disponga l’autopsia sui corpi dei piloti deceduti.
A seguito della suddetta raccomandazione di sicurezza, il Ministero della giustizia ha indirizzato una nota ai Procuratori generali presso le Corti di appello. In tale nota si precisa che laddove l’autorità giudiziaria ritenga che non sussistano le condizioni di legge per disporre l’autopsia sul cadavere di persona deceduta in seguito ad incidente aereo, appare comunque necessario porre la salma a disposizione dell’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo, affinché quest’ultima possa procedere in via amministrativa, in esecuzione dell’obbligo gravante sullo Stato italiano (in virtù di quanto previsto dal citato Allegato 13 alla Convenzione relativa all’aviazione civile internazionale).
Più in generale, la stessa nota auspica un proficuo coordinamento tra l’autorità giudiziaria e l’ANSV affinché sia assicurato il corretto e completo sviluppo delle inchieste tecniche relative agli incidenti aeronautici.


_________________
Franco

http://www.aeroclubpadova.it
http://www.voloavelapadova.it
JetPhotos.Net, Spotting Group ilVolo.it

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I-FEEV
 Messaggio Inviato: 26/03/2013, 11:11 
Support Staff
Support Staff
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 30/04/2010
Messaggi: 4199
Località: Genova
Età: 51
A proposito, ANSV ha pubblicato sul sito questa nota l' 11 marzo. Evidentemente ancora non ci siamo:

Cita:
Il Ministero della giustizia sensibilizza i magistrati sulle novità introdotte dal regolamento UE n. 996/2010  

Il Ministero della giustizia – anche a seguito di una recente raccomandazione di sicurezza indirizzatagli in tal senso dall’ANSV – ha scritto ai Procuratori generali presso le Corti di appello perché sensibilizzino gli uffici giudicanti e requirenti dei rispettivi distretti sulle novità introdotte dall’art. 12 del regolamento UE n. 996/2010 in materia di coordinamento tra l’inchiesta di sicurezza e quella dell’autorità giudiziaria. Nella propria nota il citato Dicastero sottolinea la necessità che sia assicurata la effettiva osservanza del regolamento in questione, il quale ha valore di fonte normativa primaria direttamente applicabile negli Stati membri.

_________________
Ale

Non può piovere per sempre.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I-FEEV
 Messaggio Inviato: 26/03/2013, 14:52 
Planning Maintenance Engineer
Planning Maintenance Engineer
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 14/10/2008
Messaggi: 149
Località: Cagliari
Età: 57
ouranos ha scritto:
A proposito, ANSV ha pubblicato sul sito questa nota l' 11 marzo. Evidentemente ancora non ci siamo:

Cita:
Il Ministero della giustizia sensibilizza i magistrati sulle novità introdotte dal regolamento UE n. 996/2010  

Il Ministero della giustizia – anche a seguito di una recente raccomandazione di sicurezza indirizzatagli in tal senso dall’ANSV – ha scritto ai Procuratori generali presso le Corti di appello perché sensibilizzino gli uffici giudicanti e requirenti dei rispettivi distretti sulle novità introdotte dall’art. 12 del regolamento UE n. 996/2010 in materia di coordinamento tra l’inchiesta di sicurezza e quella dell’autorità giudiziaria. Nella propria nota il citato Dicastero sottolinea la necessità che sia assicurata la effettiva osservanza del regolamento in questione, il quale ha valore di fonte normativa primaria direttamente applicabile negli Stati membri.


Imbarazzante, da statuto ci saranno pure delle tempistiche da rispettare per il completamento delle indagini

_________________
Refuel my plane and load my guns


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I-FEEV
 Messaggio Inviato: 26/03/2013, 22:54 
Support Staff
Support Staff
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 30/04/2010
Messaggi: 4199
Località: Genova
Età: 51
Non esiste un termine fisso ed improrogabile. La relazione finale d'inchiesta deve essere pubblicata nel piu' breve tempo possibile, ove possibile entro 12 mesi dall'evento. Qualora non sia possibile deve essere pubblicata una dichiarazione intermedia ad almeno ogni anniversario dell'evento, contenente i progressi dell'inchiesta ed eventuali questioni di sicurezza connesse.
Per quanto riguarda I-FEEV credo che la prima dichiarazione intermedia sia giunta a piu' di tre anni dall'incidente.

_________________
Ale

Non può piovere per sempre.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I-FEEV
 Messaggio Inviato: 26/04/2015, 19:11 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 15084
Località: Dubai U.A.E:
Età: 62
Finalmente è stata pubblicata da parte di ANSV la Relazione di Inchiesta relativa a questo all'incidente del velivo registarto I-FEEV.

http://www.ansv.it/It/Detail_relazioni.asp?ID=1927

L' indagine è stata lunga e condizionata pesantemente dalle interferenze e dai contrasti dell' Autorità Giudiziaria che si era assunta la totalità degli estremi dell'indagine.

Nel leggere le pagine della Relazione ci si rende conto di qunto ancora deve esserefatto in questo paese per arrivare ai livelli di altri paesi aereonauticamente e burocraticamente più avanzati.

Partendo dal presupposto che una Autorità Giudiziaria ha il diritto di mettere sotto sequestro i registratori di volo e la strumentazione ad essa collegata , non deve però assumersi il compito di manipolarli e di effettuare letture assolutamente non conforme agli standard previsti a alla prassi che abitualmente in tutto il resto del mondo si esegue.

Risultati conseganti all'ente preposto (ANSV ) solo molto dopo tempo e molte insistenze, hanno portato a una Relazione di Inchiesta che , onestamente e personalmente, ritengo praticamente inutile , per comprendere i fatti e le causali dell'incidente.

...

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I-FEEV
 Messaggio Inviato: 01/07/2020, 13:38 
Military / Airline Pilot
Military / Airline Pilot
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 22/03/2008
Messaggi: 12317
Località: Roma e in giro per il mondo.
Età: 48
Me lo sono riletto ancora, e ancora mi chiedo come fa questa gente ad essere sul mercato offrendo servizi e voli in quelle condizioni, passatemi il termine, disperate.
Per sopravvivere queste compagnie attuano sistemi da banditi dell’aria.
Ho fatto voli ospedali per 5 anni in Aeronautica Militare e non si può accettare che equipaggi senza esperienza, velivoli senza manutenzione, registrazioni degli stessi non autorizzate, addestramento ai minimi termini e molto molto altro, svolgano attività delicate come questa.
L’incidente è frutto di un’ambiente dove si DEVE fare tutto perchè dobbiamo sopravvivere.
È imbarazzante poi che ancora gli stessi responsabili siano lì ad operare con le stesse modalità, gli stessi ricatti, gli stessi fattori di stress.
Italia terzo mondo dell’aviazione.

_________________
Volare è sempre meglio che lavorare!
Bombing - Duck
Il Nostro Tempo
7X

Immagine
Immagine


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 38 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2

Indice  »  Aircraft Engineering Area  »  Aircraft Investigation Reports & Analysis


 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: