Login   Iscriviti    Portale ilVolo.it    Indice Forum    Aerofan.it PhotoGallery    Cerca    FAQ    Regolamento

Il meteo su Washington

AVIATION TOP 100 - www.avitop.com Avitop.com

Indice  »  Flight Crews Area  »  General Aviation and ULM Flight Operations

 

 


Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: IDINTOS, progetto idrovolante in configurazione Prandtl
 Messaggio Inviato: 22/04/2014, 12:09 
ilVolo.it Crew
ilVolo.it Crew
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 18/03/2008
Messaggi: 13816
Età: 55
Mi incuriosisce di questo aereo la configurazione delle ali, chiamata Prandtl, dal nome del pioniere dell'aerodinamica che per primo la ideò.

quali sono i vantaggi che offre?

Dall'immagine che segue posso evidenziare, almeno su questo progetto specifico, un grande svantaggio, ovvero la visibilità anteriore in basso, causata dalla posizione della cabina rispetto all'ala.

Immagine

http://www.idintos.eu/

_________________
Franco

http://www.aeroclubpadova.it
http://www.voloavelapadova.it
JetPhotos.Net, Spotting Group ilVolo.it

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDINTOS, progetto idrovolante in configurazione Prandtl
 Messaggio Inviato: 22/04/2014, 18:48 
Military / Airline Pilot
Military / Airline Pilot
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 22/03/2008
Messaggi: 12317
Località: Roma e in giro per il mondo.
Età: 48
Ma qualcuno ha mai fatto volare questo mezzo alla Star Wars?

_________________
Volare è sempre meglio che lavorare!
Bombing - Duck
Il Nostro Tempo
7X

Immagine
Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDINTOS, progetto idrovolante in configurazione Prandtl
 Messaggio Inviato: 22/04/2014, 20:49 
IT Support & Ops
IT Support & Ops
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 4129
Località: Winterthur (ZH)
Età: 51
Mi fa pensare la parte di ala bassa, per due motivi.

In quella posizione può diventare difficile "stimare" l'altezza dal pelo dell'acqua per la richiamata prima del contatto.

La distanza dell'ala bassa dal pelo dell'acqua non è un dettaglio da poco; uno dei modi per farsi male con l'idro è avere un'estremità dell'ala che va in contatto con l'acqua (effetto trottola assicurato).

Però è bello da vedere!

_________________
Cordiali saluti/Best regards/Mit freundliche Grüßen,
andrea
Software Sorcery Specialist


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDINTOS, progetto idrovolante in configurazione Prandtl
 Messaggio Inviato: 22/04/2014, 21:30 
ilVolo.it Crew
ilVolo.it Crew
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 18/03/2008
Messaggi: 13816
Età: 55
duck4 ha scritto:
Ma qualcuno ha mai fatto volare questo mezzo alla Star Wars?


Non ancora. E' stato presentato il prototipo a Friedricshafen.

AlphaPapa ha scritto:
Mi fa pensare la parte di ala bassa, per due motivi.

In quella posizione può diventare difficile "stimare" l'altezza dal pelo dell'acqua per la richiamata prima del contatto.

La distanza dell'ala bassa dal pelo dell'acqua non è un dettaglio da poco; uno dei modi per farsi male con l'idro è avere un'estremità dell'ala che va in contatto con l'acqua (effetto trottola assicurato).

Però è bello da vedere!


Il prototipo evidenzia un'ala con un po' di diedro ed un galleggiante all'estremità.

Immagine

_________________
Franco

http://www.aeroclubpadova.it
http://www.voloavelapadova.it
JetPhotos.Net, Spotting Group ilVolo.it

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDINTOS, progetto idrovolante in configurazione Prandtl
 Messaggio Inviato: 22/04/2014, 22:11 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 03/07/2009
Messaggi: 792
Località: Roma
Età: 50
La prima cosa che mi è venuta in mente è il discorso winglets-ala "infinita".
Ma mi sà che alle velocità di un idro non pesi granchè sull'efficienza....

_________________
"L'inizio è la metà di tutto." - Platone


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDINTOS, progetto idrovolante in configurazione Prandtl
 Messaggio Inviato: 25/04/2014, 12:25 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 04/04/2008
Messaggi: 3535
Età: 44
I galleggianti esterni erano cosa che mi sono chiesto in primis vedento le prime immagini. A occhio, sembra un mezzo più adatto a laghi o a mari mooooooolto calmi, salvo qualche ruzzolone.
I pregi di una soluzione simile sono simili a quelli di una soluzione canard, dove entrambi i piani - sia anteriori che posteriori - hanno C.P. in lift, a differenza di un aereo convenzionale che ha piani di coda deportanti. Il tipo di disegno permette poi di avere winglest, timone e e stabilizzatorie e longheroni di struttura in un unico elemento.
Non so quanto il tutto possa davvero essere efficace, ma non sono un esperto del settore.

_________________
Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDINTOS, progetto idrovolante in configurazione Prandtl
 Messaggio Inviato: 26/04/2014, 10:37 
IT Support & Ops
IT Support & Ops
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 4129
Località: Winterthur (ZH)
Età: 51
ddaquila ha scritto:
I galleggianti esterni erano cosa che mi sono chiesto in primis vedento le prime immagini. A occhio, sembra un mezzo più adatto a laghi o a mari mooooooolto calmi


Sicuramente; per esperienza diretta posso dirti che anche il lago di Como può diventare complicato per le operazioni con idro. Tutto dipende dall'ampiezza del moto ondoso rispetto alla lunghezza dello scafo.

_________________
Cordiali saluti/Best regards/Mit freundliche Grüßen,
andrea
Software Sorcery Specialist


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDINTOS, progetto idrovolante in configurazione Prandtl
 Messaggio Inviato: 28/03/2016, 7:54 
ilVolo.it Crew
ilVolo.it Crew
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 18/03/2008
Messaggi: 13816
Età: 55
In un mio recente volo a Lucca o visto il prototipo (ma forse è meglio chiamarlo modello 1:1 o mokup) parcheggiato davanti al bar dell'aeroporto. Guardando Google Earth si vede che già da agosto dello scorso anno è in quella posizione. Un socio dell'aeroclub mi ha detto che non ha il motore e che sembra che sia tutto fermo da un po'.
Sul loro sito le news sono ferme al novembre 2014, mentre è più aggiornata la pagina facebook, ma senza informazioni sullo stato di avanzamento del progetto. In realtà non ho sentito cose lusinghiere, a Lucca...
Qualcuno ha qualche notizia certa?

Immagine

Immagine

_________________
Franco

http://www.aeroclubpadova.it
http://www.voloavelapadova.it
JetPhotos.Net, Spotting Group ilVolo.it

Immagine


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 

Indice  »  Flight Crews Area  »  General Aviation and ULM Flight Operations


 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: