Login   Iscriviti    Portale ilVolo.it    Indice Forum    Aerofan.it PhotoGallery    Cerca    FAQ    Regolamento

Il meteo su Washington

AVIATION TOP 100 - www.avitop.com Avitop.com

Indice  »  Passengers Area  »  Compagnie - Commercial Airlines

 

 


Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Il referendum di Alitalia
 Messaggio Inviato: 24/04/2017, 19:55 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 14746
Località: Dubai U.A.E:
Età: 58
I vecchi amici e qualcuno dei sindacalisti dello scalo di Milano mi hanno mandato un paio di messaggi che confermano come sugli scali milanesi i primi dati parlino di una bocciatura completa dell'accordo proposto dall'azienda.

La partecipazione da parte del personale è stata assolutamnte massiccia e numerosa. Si parla di una percentuale che supera abbondantemente il 90% dei dipendenti e il risultato finale dovrà essere considerato certamente attendibile e non influenzato dall'astensionismo.

Onestamente, non posso che considerare la scelta dei dipendenti AZ come la dimostrazione che i problemi della compagnia non si risolvono certamente continuando ad avere un management di "pupazzi fotoigenici" che non hanno assolutamente idea di come funziona una compagnia aerea.

Sembra quasi che la possibilità di arrivare al completo fallimento della compagnia possa veramente portare a creare una situazione che potrebbe davvero rilanciare la compagnia, magari con un nuovo nome , come è successo per Swissair e Sabena.

Vedreno nell'immediato che cosa succederà!

....

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il referendum di Alitalia
 Messaggio Inviato: 24/04/2017, 21:06 
ilVolo.it Crew
ilVolo.it Crew
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 15304
Località: Somewhere in Sardinia Island...
Età: 36
Anche Fiumicino pare che il NO abbia stravinto.

Oltre alla curiosità di sapere come andrà a finire, ho un interesse più banale che riguarda le sorti dei voli che ho appena prenotato a maggio...

_________________
Carlo - miamivice@ilvolo.it

Immagine
Immagine

E' arrivata Spotters Magazine, la prima rivista italiana di fotografia aeronautica!

Immagine

My Airliners.net photos - My JetPhotos.Net photos


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il referendum di Alitalia
 Messaggio Inviato: 25/04/2017, 13:58 
ilVolo.it Crew
ilVolo.it Crew
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 15304
Località: Somewhere in Sardinia Island...
Età: 36
Si va verso l'amministrazione straordinaria, la compagnia rassicura i viaggiatori circa la continuità operativa.

http://www.ilvolo.it/index.php/20170425...talia.html

_________________
Carlo - miamivice@ilvolo.it

Immagine
Immagine

E' arrivata Spotters Magazine, la prima rivista italiana di fotografia aeronautica!

Immagine

My Airliners.net photos - My JetPhotos.Net photos


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il referendum di Alitalia
 Messaggio Inviato: 25/04/2017, 19:42 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 14746
Località: Dubai U.A.E:
Età: 58
Ammetto che anche io ho in mano dei biglietti Az che devo utilizzare in Europa nei prossimi mesi. Ovviamente mi seccherebbe molto perdere i voli che ho già prenotato e pagato!

In ogni caso la situazione adesso diventa particolarmente interessante considerando che il valore commerciale di Az adesso è molto basso considerando che non ci sono aerei di propietà, molti degli slot sono già stati acquisiti da Ethiad, molte delle attivita di manutenzione sono state terzializzate o spostate al di fuori dell'Italia.

Non ci sono mercati strategici che possono fare gola a qualche "major" straniera. Il mercato domestico è stato praticamente annietatao da Raynair e Easyjet mentre sull'intercontinentale non ci sono rotte strategiche che possono fare gola.

Ovviamente il mio pensiero va a quella magnifica dirigenza che in questi ultimi anni ha dimostrato di saper condurre al pareggio e rilanciare una compagnia aerea. Sicuramente Alitalia non era una squadra corse di F1 e neppure una compagnia aerea araba dove è facile fare della strategia commerciale non avendo nessun limite da parte dei sindacati dei lavoratori, i lavoratori sono "a perdere" se non eseguono perfettamente le mansioni contrattuali e i piani, anche se sbagliati e generano perdite, sono comunque ripianati di tasca propria daparte della propietà.

Troppo facile fare i manager con il c**o degli altri!

....

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il referendum di Alitalia
 Messaggio Inviato: 26/04/2017, 14:03 
Military / Airline Pilot
Military / Airline Pilot
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 22/03/2008
Messaggi: 11918
Località: Roma e in giro per il mondo.
Età: 44
Devo dire che sono rimasto sorpreso del risultato e che stimo la loro decisione di non stare a questo gioco mostruoso.

_________________
Volare è sempre meglio che lavorare!
Bombing - Duck
Il Nostro Tempo
7X

Immagine
Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il referendum di Alitalia
 Messaggio Inviato: 26/04/2017, 19:37 
Civil & military Supplier/Tech
Civil & military Supplier/Tech
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 03/05/2008
Messaggi: 3342
Età: 57
Snap-On ha scritto:

Troppo facile fare i manager con il c**o degli altri!

....

Steve


Finocchi...Si dice fare "i finocchi con il c**o degli altri"...

Scusa la "ripresa" Ste... :lol: :lol: :lol: :lol:

_________________
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio è obbligatorio!

Immagine Immagine Immagine
What goes up, must come down.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il referendum di Alitalia
 Messaggio Inviato: 26/04/2017, 19:56 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 14746
Località: Dubai U.A.E:
Età: 58
Ro60 ha scritto:
Snap-On ha scritto:

Troppo facile fare i manager con il c**o degli altri!

....

Steve


Finocchi...Si dice fare "i finocchi con il c**o degli altri"...

Scusa la "ripresa" Ste... :lol: :lol: :lol: :lol:


Giusto, ma non conoscendo i gusti sessuali del management AZ.......

....

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il referendum di Alitalia
 Messaggio Inviato: 27/04/2017, 7:53 
Support Staff
Support Staff
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 30/04/2010
Messaggi: 4135
Località: Genova
Età: 47
Io sono piacevolmente sorpreso che i sindacati firmatari dell'accordo non siano riusciti stavolta a fregare i lavoratori.
Ho il sospetto che azienda (la dirigenza italiana, non so quella araba) e sindacati stessi abbiano pensato che anche stavolta paghera' pantalone, ma e' solo un sospetto, appunto.
Intanto si parla gia' di un prestito ponte, ponte verso quale sponda?

_________________
Ale

Non può piovere per sempre.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il referendum di Alitalia
 Messaggio Inviato: 27/04/2017, 18:24 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 04/04/2008
Messaggi: 3525
Età: 40
I sindacati sono parte responsabile del fallimenti di AZ, assieme a manager magnaccioni e a troppi lavoratori viziati che non protestavano per fame, ma solo per non perdere il proprio posto a tavola. Ho anche io amici in AZ, e mi spiace ma molti in AZ si sono illusi ingenuamente.
Tra l'altro, come hanno scritto Alesina e Giavazzi sul Corriere, siccome sono poi i contribuenti a pagare, sarebbe il caso di interpellare anche a loro su eventuali scelte.

Per AZ - come scrissi su queste pagine - ritengo sia troppo tardi. I prestiti ponte non servono a nulla. Il mercato l'ha perso. Internamente gli italiani preferiscono volare con le low-cost (che nella maggior parte dei casi si addicono ad un popolo viaggiante mediamente cialtrone, anche se non solo...) e per i lungo raggio ci si avvale di compagnie più solide che offrono di più a prezzi inferiori. Non basta cambiare nome e livrea. Nel caso si voglia davvero tentare un rilancio, bisogna partire da zero, con un modello di business diverso, come diverse devono essere le condizioni di lavoro e gli stipendi. Non siamo più negli anni '70/80, ed è finita la pacchia.

_________________
Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il referendum di Alitalia
 Messaggio Inviato: 28/04/2017, 14:35 
Civil & military Supplier/Tech
Civil & military Supplier/Tech
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 03/05/2008
Messaggi: 3342
Età: 57
Prova a chiedere per un volo mattutino feriale TRN-FCO quanto ti costa e con tempi di viaggio uguali a quello del treno AV...

Secondo me svieni...

_________________
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio è obbligatorio!

Immagine Immagine Immagine
What goes up, must come down.


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Indice  »  Passengers Area  »  Compagnie - Commercial Airlines


 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: