Login   Iscriviti    Portale ilVolo.it    Indice Forum    Aerofan.it PhotoGallery    Cerca    FAQ    Regolamento

Il meteo su Washington

AVIATION TOP 100 - www.avitop.com Avitop.com

Indice  »  Aircraft Engineering Area  »  Skill and requirements

 

 


Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Quale percorso formativo scegliere
 Messaggio Inviato: 20/04/2010, 21:15 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 20/04/2010
Messaggi: 3
Salve a tutti sono nuovo del forum che ho scoperto per caso cercando scuole professionalizzanti per avviarsi verso la formazione di meccanico/tecnico manutentore.
Premetto che prima di aprire un nuovo 3d riguardo l' argomento "come diventare manutentore" ho letto tutti i precedenti post e 3d aperti sull' argomento e mi sono fatto un idea anche se molto generale;
ho capito che l' argomento è molto vario, è volendo anche un pò complicato, quindi ringrazio anticipatamente chi risponderà a delle ulteriori mie domande poichè essendo interessato alla materia ho cominciato a visionare le scuole presenti in italia ovvero:
la air columbia e la vulcanair
le domande che pongo sono le seguenti:
1)vi è differenza tra le due, ovvero una è più introdotta dell' altra nel far trovare lavoro? o ancora meglio quale è la più professionalizzante?

2)ho visto che la vulcanair ha presente 4 tipi di corsi per un tetto max di 22 mila euro
...al momento quale potrebbe essere più indicato per lavorare in italia
3) in toscana esistono ditte aziende etc che svolgono attività di manutenzione?, mi riferisco anche ad aziende piccole o anche a officine presenti nelle avio suoperfici e se sì quali requisiti si devono avere
4) quante aziende italiane sono impegnate nel settore e quante di queste sono alla ricerca di personale
5) leggo che il periodo di una buona formazione ha la durata di 2/3 anni chiedo se il settore aereonautico intendo quello di manutenzione sia un settore stabile o in crescita visto che io ho già superato i trenta volevo sapere le possibilità di trovare collocazione in italia
6) per gl' elicotteri vale tutto ciò detto finora ?
7) c'è qualcuno che ha già fatto queste due scuole e come si è trovato e dove ha trovato lavoro?
8) dove si trovano le aziende operanti in italia in questo settore
grazie a tutti quelli che risponderanno


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale percorso formativo scegliere
 Messaggio Inviato: 21/04/2010, 11:36 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 14923
Località: Dubai U.A.E:
Età: 60
Non voglio sembrare maleducato ma vorrei solo iniziare io con una domanda: sei davvero sicuro di voler intraprendere questo tipo di carriera e di lavoro?

Non per voler spegnere i tuoi entusiasmi, ma il mercato del lavoro in aviazione , specialmente nel settore manutentivo è in crisi da molto prima della "crisi globale" e le recenti situazioni fallimentari di aziende dedicate e di compagnie di trasporto pubblico hanno fatto il resto.

Investire in se stessi è un obbligo che tutti abbiamo ma se devo essere sincero investirei in una laurea breve triennale che sicuramente comporta maggiori possibilità di impiego e di remunerazione.

Non ho idea se prima di prendere questo percorso formativo hai avuto modo di parlare con qualche addetto o responsabile che opera nel settore. Sicuramente , se la persona è stata onesta e obbiettiva ti avrà illustrato le difficoltà generali che comporta questo tipo di lavoro e il processo formativo che viene richiesto.

Per esperienza personale posso dirti che alcune giovani persone del personale che lavora nel mio settore della mia compagnia hanno preferito rivolgersi all'estero, sopratutto Gran Bretagna, Svizzera e Francia.

Cita:
1)vi è differenza tra le due, ovvero una è più introdotta dell' altra nel far trovare lavoro? o ancora meglio quale è la più professionalizzante?


Vulcanair è in Italia la società più quotata perchè è stata la prima a certificarsi PART147 ed inoltre ha contratti con Alitalia e con altre società di trasporto aereo per completare i moduli al personale che deve "ripulire" la propia LMA dalle limitazioni specifiche.

Cita:
3) in toscana esistono ditte aziende etc che svolgono attività di manutenzione?, mi riferisco anche ad aziende piccole o anche a officine presenti nelle avio suoperfici e se sì quali requisiti si devono avere


In Toscana non sono presenti aziende importanti nel settore. Dopo la dipartita di Meridiana da Firenze credo che la struttura più importante sia la TAS a Lucca che comunque è in fase di ristrutturazione in quanto è stata recentemente assorbita dal gruppo spagnolo INAER.

Cita:
5) leggo che il periodo di una buona formazione ha la durata di 2/3 anni chiedo se il settore aereonautico intendo quello di manutenzione sia un settore stabile o in crescita visto che io ho già superato i trenta volevo sapere le possibilità di trovare collocazione in italia


Indipendentemente dall'età il periodo minimo per l'ottenimento di una LMA è di 3 anni. Periodo non calendariale ma di operazioni effettuate in termine di "manpower". In ogni caso si ottiene una LMA "frozen" che non ha alcun valore specifico fino a quando non hai la possibilità di frequentare con successo un corso macchina Level 3° ATA , l'esame finale , il periodo di OJT (On the job training) sulla macchina (sei mesi di manpower) e l'esame finale con un Assessor.

Attualmente per una persona che ha completato tutti i moduli per l'ottenimento di una LMA di categoria B1, il tempo medio per il rilascio di una certificazione sul tipo per una velivolo con MTOW superiore a 5700 Kg è di circa due anni!

Cita:
6) per gl' elicotteri vale tutto ciò detto finora ?


Stessa cosa per gli elicotteri.

Cita:
7) c'è qualcuno che ha già fatto queste due scuole e come si è trovato e dove ha trovato lavoro?


Personalmente non conosco nessuno che ha fatto il corso completo presso una di queste scuole. In ogni caso , al momento si preferisce assumere personale che abbia già esperienza conclamata e almeno una "Certification Authorization" su almeno un velivolo.

Cita:
8) dove si trovano le aziende operanti in italia in questo settore


Aziende di che tipo ? Ci sono le compagnie aeree di linea e charter, gli aeroclub , le società di lavoro aereo. Qualunque azienda che opera in aviazione nel settore manutentivo con una certificazione PART 145 e un'azienda che opera con personale certificato.

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale percorso formativo scegliere
 Messaggio Inviato: 23/04/2010, 19:45 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 20/04/2010
Messaggi: 3
Innanzi tutto vorrei ringraziarti per le risposte veloci e dirette;
Le mie domande scaturiscano da una curiosità forte verso questo tipo di lavoro e verso le offerte di lavoro che potrei trovare una volta ottenuta la lma;
la passione per la tecnica ( anche aereonautica) e meccanica sono solo una delle componenti della spinta verso un possibile mio coinvolgimento di tempo e denaro verso questa strada;
Non sono iscritto al momento a nessuna scuola italiana di questo tipo anche se capisco che forse sono più indicate quelle straniere;
cerco di capire se ne valesse la pena spendere 20 mila euro e cosa potrei fare dopo;
Produco un altra serie di domande a cui spero tu possa dare indicazioni;
1) dove posso trrovare i link a queste scuole straniere
2) la vulcanair ha questi percorsi formativi
2a)Il corso basico TA.1 (800 ore) consente di ottenere il credito formativo teorico per l'ottenimento della Licenza di Manutentore Aeronautico categoria Meccanico per aeroplani a turbina.

2b)Il corso basico TA.2 (650 ore) consente di ottenere il credito formativo teorico per l'ottenimento della Licenza di Manutentore Aeronautico categoria Meccanico per aeroplani a pistoni.

2c)Il corso basico TB1.1 (2400 ore) consente di ottenere il credito formativo teorico per l'ottenimento della Licenza di Manutentore Aeronautico categoria Tecnico per aeroplani a turbina.

2d)Il corso basico TB1.2 (2000 ore) consente di ottenere il credito formativo teorico per l'ottenimento della Licenza di Manutentore Aeronautico categoria Tecnico per aeroplani a pistoni.
il primo corso porta alla lma base, gl' altri a che livelli portano;
3) mettiamo per assurdo che si ottenga solo una lma cat a : su cosa si può mettere le mani
4) sotto i 5700 kg è richisto sempre la lma o è proprio la lma cat a che autorizza la manutenzione
5) vorrei fare un esempio per assurdo: nel giugno 2012 finisco il training dalla vulcanair.......come mi muovo in che direzione vado: altro corso o curricula a giro;
c'è crisi ed è anche molto forte direi storica ...... in più ci saranno altri come me che saranno in cerca di lavoro
quindi potrei essere notevolmente svantaggiato ripsetto a chi avrà maturato competenze e professionalità...ecco il motivo delle domande sulle aziende che si occupano del settore per capire quanta domanda in italia ( e specifico in italia) vi è;
6) io vivo a firenze e mi piange il cuore sapere che nonostante un aereoportino invisibile nn ci sia nulla di questo genere; avevo trovato su internet un corso di circa 800 per tecnico sui veivoli leggeri......chiedo se il settori dei leggeri o ultra leggeri è spendibile.
7) Cercando su internet sono saltate fuori 2 aziende di noleggio elicotteri a firenze ma una chiude i battenti in questo periodo l' altra fà fare la manutenzione in varie officine in spagna, insomma se mi dovessi spostare da firenze dove andrei a parare sempre che mi assumessero ( vorrei capire in che zona o città d'italia potrei spendere meglio le mie qualifiche: roma? milano? dove sono o come si chiamano queste aziende di manutenzione
thanks in advances


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale percorso formativo scegliere
 Messaggio Inviato: 25/04/2010, 16:29 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 14923
Località: Dubai U.A.E:
Età: 60
Cita:
Le mie domande scaturiscano da una curiosità forte verso questo tipo di lavoro e verso le offerte di lavoro che potrei trovare una volta ottenuta la lma;
la passione per la tecnica ( anche aereonautica) e meccanica sono solo una delle componenti della spinta verso un possibile mio coinvolgimento di tempo e denaro verso questa strada;


La curiosità è umana e deve essere sempre soddisfatta. Purtroppo molte volte le risposte non sono quelle che si vorrebbero sentire . Onestamente e molto sinceramente , una LMA non ti procura un posto di lavoro. In maniera molto diretta , si può considerare come una specializzazione post-diploma che uno aggiunge al proprio curriculum. Il fatto di possederla non ti permette di entrare in hangar o su un piazzale e operare. Va considerata come una specie di "chiavistello" che serve per lavorare in questo ambiente.

Quindi , se hai pensato che effettuare il ciclo di studi (in Italia o all'estero) per poi essere assolutamente sicuro di trovare un posto di lavoro ne settore, mi dispiace, non è così!

Ogni scuola ha dei vantaggi e delle peculiarità. Se devo spendere un sacco di soldi, a questo punto mi "internazionalizzo " e vado in qualche centro estero, dove almeno posso imparare una seconda lingua ( suggerisco il russo e l'arabo). Non dico l'inglese, perchè è un requisito minimo conoscerlo. Altrimenti neanche si comincia !

C'era una discussione , iniziata da me, in cui elencavo alcune scuole:

scuole-certificate-easa-part147-in-europa-t270.html

In Italia non esiste nulla di comparabile a quello che esiste in altri paesi . Siamo un paese aeronauticamente di terzo livello e di conseguenza anche le nostre strutture sono adeguate a tale livello.

Non posso darti suggerimenti su cosa è meglio fare , anche perchè ognuno di noi ha caratteristiche personali differenti, aspettative e desideri diversi.

L'unica cosa che posso dirti è che per fare qualunque tipo di attività in questo ambiente devi avere tantissima passione , perchè altrimenti il gioco non vale la candela. Il lavoro in aereonautica non è mai sottocasa, ma può essere anche dall'altra parte del mondo , se questo lavoro ti interessa.

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale percorso formativo scegliere
 Messaggio Inviato: 29/04/2010, 12:37 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 20/04/2010
Messaggi: 3
grazie ancora per le info, al momento come scrivevo sopra mi stò guardando intorno per valutare e vagliare possibilità e/o occasioni; nessuna aspettativa dalle mie domande in quanto avevo un pò intutito che come lavoro è sicuramente affascinante ma ha delle controindicazioni...ognuno come giustamente dicevi te valuta se accendere o meno la candela;
la mia idea era quella di professionalizzarmi su un settore, ma poi lavorare entro i margini se nn cittadini ( ecco il riferimento all' aereoporto di firenze, anche se in progetto diciamo avanzato ci sarebbe l' allungamento della pista e forse ((ma questo lo dico io)) anche qualche hangar per la manutenzione leggera) a quelli regionali, al massimo nazionali ( ecco la mia domanda sulle aziende presenti sul territorio naz)..
vedo però che sono molto diffusi anche in toscana le avio superfici con ultraleggeri annessi, ed ho trovato a giro "corsetti" su questo settore;
è necessario avere qualifiche per lavorare su questi veivoli, o nn è richiesto nulla ( parlo per un principiante);
la vulcanair ha 4 corsi però nn ha scritto la qualifica ottenibile per ognuno cosa si ottiene con il corsdo da 22mila;
aziende in italia che si occupano della costruzione e/o manutenzione sono:
vulcanair
eurofly?
piaggio
a roma e milano torini napoli e palermo sono presenti appalti per la manutenzione
se mi puoi aiutare a finire la lista magari dò un occhiata e chiudo il cerchio
grazie


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale percorso formativo scegliere
 Messaggio Inviato: 29/04/2010, 18:40 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 14923
Località: Dubai U.A.E:
Età: 60
Per quello che riguarda agli ultraleggeri non ho informazioni a riguardo, ma si tratta di costruzioni nelle quali non esiste alcuna forma di certificazione emanata dall'autorità, per cui non esiste alcun tipo di qualifica per lavorarci sopra. Credo dipendo molto dalla propria abilità nel saper usare le mani e l'attrezzatura.

Non posso darti alcuna informazione utile perchè nell'ambito della tua zona non c'è un mercato "aereonautico" . esistono alcune piccole società di lavoro aereo con elicotteri, ma nessuna attività particolare.

Le aziende di costruzioni aeronautiche sono tutte nel nord italia (Torino e provincia di Varese) o nel sud ( Bari e provincia di Napoli) e sono tutte raggruppate nell'ambito di Finmeccanica. Non mi risulta che sia necessario nessun corso per poter far domanda di lavoro. Il problema è che la loro locazione non è vicino a casa tua !

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale percorso formativo scegliere
 Messaggio Inviato: 30/04/2010, 7:24 
ilVolo.it Crew
ilVolo.it Crew
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 18/03/2008
Messaggi: 13816
Età: 53
Relativamente agli ULM, credo che per i motori (almeno per i Rotax) serva comunque la certificazione. Se non vado errato si può fare presso la Tecnam.

_________________
Franco

http://www.aeroclubpadova.it
http://www.voloavelapadova.it
JetPhotos.Net, Spotting Group ilVolo.it

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale percorso formativo scegliere
 Messaggio Inviato: 30/04/2010, 11:52 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 14923
Località: Dubai U.A.E:
Età: 60
pippo682 ha scritto:
Relativamente agli ULM, credo che per i motori (almeno per i Rotax) serva comunque la certificazione. Se non vado errato si può fare presso la Tecnam.


Il corso base per il Bombardier Rotax è obbligatorio per tutte le officine che utilizzano tale motore sui propri velivoli. Inoltre viene considerato equivalente ad un corso Part147 per i tecnici certificati che devono operare su VLA equipaggiati con quel tipo di motore.

Per non creare differenze sostanziali, il corso è uguale per tutti, compreso l'esame. Per chi è poi certificato EASA ,viene rilasciato il "Certifycate of Recognition" , per gli altri solo l'attestato (che non ha alcun valore dal punto di vista giuridico).

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 

Indice  »  Aircraft Engineering Area  »  Skill and requirements


 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: