Login   Iscriviti    Portale ilVolo.it    Indice Forum    Aerofan.it PhotoGallery    Cerca    FAQ    Regolamento

Il meteo su Washington

AVIATION TOP 100 - www.avitop.com Avitop.com

Indice  »  Volare senza paura - Fondata da Luca Evangelisti  »  Il Vaso di Pandora

 

 


Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 92 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 30/04/2008, 14:43 
Aviation Psychologist
Aviation Psychologist
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 2392
Uno dei temi maggiormente approfonditi dalla ricerca psicologica è quello delle rappresentazioni.

Con questo termine ci si riferisce alle “mappe mentali” che ognuno di noi costruisce all’interno della propria mente sugli aspetti più significativi della vita. Mappe che descrivono il personale significato che io attribuisco a specifici ambiti. Dunque avrò una mia mappa sui rapporti interpersonali, un’altra sul significato del mio impegno professionale, un’altra ancora sulle mie capacità sportive e via di seguito fino a saturare tutti gli ambiti nei quali sono coinvolto. Un aspetto da sottolineare è che la mappa non è mai il territorio. Un conto, cioè, sono i laghi del Lazio, altro conto è una cartina che li riproduce. Nel concetto di rappresentazione, in sintesi, è implicito il valore di individualità; è il Mio modo di percepire ed attribuire valore alle cose. I concetti di oggettività o realismo sono abbastanza in antitesi con quelli di rappresentazione.

Tra le varie rappresentazioni, quelle che riguardano il sé, cioè se stessi, sono quelle che finiscono per risultare centrali in gran parte degli aspetti della nostra vita.

L’autostima è una delle rappresentazioni più importanti. Con il termine autostima mi riferisco alla valutazione del grado di positività/negatività delle valutazioni che effettuerò su di me, globalmente, o relativamente ad alcuni specifici aspetti (bellezza, abilità cognitive, socievolezza, valore complessivo, eccetera).

L’autostima non è scritta sul marmo e, se alcune valutazioni hanno un’impronta abbastanza stabile, altre fluttuano, oscillando in maniera significativa anche nello spazio di poche ore.

Il tema è vastissimo e la letteratura sull’argomento è molto ampia.

L’aspetto che ci interessa più da vicino, tuttavia, è molto più “focused”.

Quanto influisce l’autostima sulla paura di prendere l’aereo? Perché se mi percepisco più positivamente riesco a gestire meglio le turbolenze? Perché se mi sveglio ed ho la sensazione che sia una “giornata no” l’aereo diventa improvvisamente più pericoloso? Perché spesso la paura di volare origina in periodi della vita nei quali si ha una percezione di sé abbastanza negativa?

Perché, anche dai racconti di chi ha paura, è abbastanza evidente che alcune giornate sono più rosee di altre e che in alcuni momenti si ha la sensazione di farcela molto bene, mentre in altri diventa più difficile sopportare anche il più piccolo inconveniente.
E, se siete d’accordo su questo, è altrettanto chiaro come l’aereo non spaventi per la sua pericolosità, ma questa sia solo il risultato di come mi percepisco io: se mi sento più forte avrò meno difficoltà a volare, se mi sento più debole, avrò una sensazione di vulnerabilità più forte, ed ogni cosa tenderà a spaventarmi di più.

Mi farebbe piacere iniziare una discussione con tutti quelli che hanno voglia di intervenire (paurosi e non), senza uno specifico obiettivo, ma facendo, ogni tanto, il punto nave.

Buona discussione a tutti.

Fearless Flyer

_________________
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare"

"Il modo migliore per venirne fuori è sempre buttarsi dentro"
R. Frost


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 30/04/2008, 17:07 
VSP Supporter
VSP Supporter
Avatar utente
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 03/04/2008
Messaggi: 1877
Località: roma
Età: 48
E' verissimo!!!!!!!!!!!!!! :yes: :yes:
Quando sono giu', quando qualcosa va storto, mi senot piu' indifesa.... in pericolo.....
ma se per volare dovessi aspettare che tutto fili liscio nella mia vita ( e quindi sentirmi forte), mi sa che non volerei davvero piu' :lol: :lol: .

_________________
" Se tu sarai capace di stare senza attesa, vedrai cose che gli altri non vedono"
"Quello a cui tieni, quello che ti capiterà, non verrà con un'attesa"
Erri De Luca - Non ora non qui



"Anna, è passata un'eternità." " E' finita.Ora incomincia il tempo, che dura momenti."
" Non sono al tuo fianco, Anna, io sono il tuo fianco"
" I desideri dei bambini danno ordini al futuro"
Erri De Luca - Il giorno prima della felicità


"Non so cosa mi succede in questo breve tempo che ti conosco, ma è pienezza"
Erri De Luca - Tu, Mio


"Mi stacco da quello che sono quando imparo a trattare in altro modo la medesima vita"
Erri De Luca - Tre cavalli


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 30/04/2008, 17:56 
Aviation Psychologist
Aviation Psychologist
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 2392
sunset69 ha scritto:
E' verissimo!!!!!!!!!!!!!! :yes: :yes:
Quando sono giu', quando qualcosa va storto, mi senot piu' indifesa.... in pericolo.....
ma se per volare dovessi aspettare che tutto fili liscio nella mia vita ( e quindi sentirmi forte), mi sa che non volerei davvero piu' :lol: :lol: .


Prova a capovolgere il discorso: come è possibile che una cosa come l'autostima possa rassicurarti sulla sorte dell'aereo? Come è possibile che la sicurezza dell'aereo possa dipendere dall'oscillazione dell'autostima? L'aereo non è una cosa esterna alla testa di tutti noi? La sua sorte non è del tutto indipendente da come ci sentiamo noi?

Fearless Flyer

_________________
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare"

"Il modo migliore per venirne fuori è sempre buttarsi dentro"
R. Frost


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 30/04/2008, 19:13 
VSP Supporter
VSP Supporter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 05/04/2008
Messaggi: 4478
Località: 45°35' N 9°16' E
Età: 53
Spazzo il campo con entrata a gamba tesa.... :D La mia autostima è ai minimi storici, eppure non ho mai avuto così tanta voglia di volare come negli ultimi mesi... come la mettiamo? :roll:

_________________
andrea

Ayo Gorkhali! - Forza paris!

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


People don't make trips. Trips make people
John Steinbeck


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)




Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 30/04/2008, 19:15 
Aviation Psychologist
Aviation Psychologist
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 2392
aeb ha scritto:
Spazzo il campo con entrata a gamba tesa.... :D La mia autostima è ai minimi storici, eppure non ho mai avuto così tanta voglia di volare come negli ultimi mesi... come la mettiamo? :roll:



:muro: Ma come devo fare io...... :mrgreen:

Ok riformulo signori Giudici: l'oggetto d'indagine non è come l'autostima determini la paura di volare, quanto di come la paura di volare possa essere influenzata dall'autostima.

Fearless Flyer

@AEB: Andrè un'altra così e te tolgo la wild card :diablo: :yes: :mrgreen:

_________________
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare"

"Il modo migliore per venirne fuori è sempre buttarsi dentro"
R. Frost


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 30/04/2008, 19:18 
VSP Supporter
VSP Supporter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 05/04/2008
Messaggi: 4478
Località: 45°35' N 9°16' E
Età: 53
..chiedo venia... giornata intensa... dunque, dicevamo? :mrgreen:

_________________
andrea

Ayo Gorkhali! - Forza paris!

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


People don't make trips. Trips make people
John Steinbeck


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)




Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 30/04/2008, 20:11 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Donna
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 1756
Località: bcn
Età: 43
quando ho cominciato ad aver paura di volare, è stato di ritorno da un viaggio in india, in cui mi sono sentita per la prima volta nella mia vita veramente impotente.
nella mia vita personale, uscendo finalmente dall'adolescenza profonda, avevo invece dato un buon giro, cominciando a sentirmi più sicura di me stessa.
nei voli successivi non riesco a trovare o a ricordare una connessione tra la mia autostima al momento del viaggio e una paura più o meno intensa di volare. ci penserò su...

_________________
eva

Invictus
Out of the night that covers me, Black as the pit from pole to pole, I thank whatever gods may be For my unconquerable soul.
In the fell clutch of circumstance I have not winced nor cried aloud. Under the bludgeonings of chance My head is bloody, but unbowed.
Beyond this place of wrath and tears Looms but the Horror of the shade, And yet the menace of the years Finds and shall find me unafraid.
It matters not how strait the gate, How charged with punishments the scroll, I am the master of my fate: I am the captain of my soul.

William Ernest Henley


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 30/04/2008, 20:21 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 5031
Il tema dell'identificazione con l'aereo può entrarci qualcosa? :c8l: trasferiremmo all'aereo la nostra capacità di affrontare le difficoltà della vita, che per lui sono quelle del volo da effettuare, e quindi ci ritroveremmo fuori strada a misurare la sua [capacità] alla luce della stima [di quel momento/periodo] della nostra.

Detto una cassata? :mrgreen:

_________________
Mau

ilVolo.it


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 30/04/2008, 20:33 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Donna
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 1366
Età: 42
Visto che la discussione è aperta... :P

Le mie paure e l'autostima vanno a braccetto. A seconda delle giornate riesco a bypassare il mio problema mentre in altre resto praticamente bloccata. E cambia parecchio anche la percezione della realtà. La stessa situazione posso viverla con facilità oppure averne paura e tirarmene fuori. E questa mia forza è legata al mio umore, a come è andata la giornata, all'impressione di me che sono riuscita a trasmettere agli altri.

_________________
Immagine

Venus A

La guerriera dell'amore


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 01/05/2008, 8:26 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Donna
Iscritto il: 08/04/2008
Messaggi: 57
quindi il fatto che nonostante una discreta autostima (raggiunta magari dopo alti e bassi rivistazioni e sofferenze ) si continui a pensare in modo negativo su alcuni aspetti del vivere o non si cambi comunque il proprio modo di rapportarsi a certe cose, potrebbe collegarsi al tuo racconto sulla voliera e gli uccelli che continuano a tracciare lo stesso percorso nonostante siano ormai liberi? che bisogna esercitarsi a tracciare con il pensiero dei percorsi nuovi, alternativi alle vecchie abitudini ormai consolidate ma superate da una nuova visione di se stessi e delle cose? e allora perché alcuni giorni questo riesce con facilità ed altri no e quanto tempo e che impostazione mentale bisogna assumere per consolidare un nuovo modo di essere?
Spero di non averti stressato, faccio troppe domande...!! :ouch:
Marina

_________________
la conoscenza degli altri è potere, la conoscenza di se stessi è forza (Lao Tsu)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 01/05/2008, 8:30 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Donna
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 6532
Località: Cagliari
Penso che Tiziana abbia centrato il punto. Immagino le rappresentazioni come delle cartine territoriali ideali all'interno delle quali posizioniamo dei radar che ci rimandano, mentre ci muoviamo (=interagiamo con gli altri e l'ambiente) una determinata immagine di noi stessi. Ogni volta questa immagine che ci torna indietro non è mai solo quella dell'oggetto ma è l'oggetto + molto di noi "come siamo in quel momento", per cui a seconda del nostro stato d'animo il feedback sarà di un tipo invece che di un altro. Per rimanere in tema aeronautico, trovo anche interessante notare come a volte il feedback non ci sia, laddove invece era atteso, o non è quello che ci attendevamo e allora "squocchiamo", rinforziamo i nostri atteggiamenti per avere un segnale di ritorno che ci permetta di definire meglio la nostra immagine. Tutti questi segnali di ritorno creano una rete all'interno della quale ci muoviamo e orientiamo durante la nostra giornata, le nostre settimane, la nostra vita.
L'aereo non si sottrae a questo meccanismo.. anzi! e si presta benissimo a venir deformato dal nostro stato d'animo. E se in quel momento della nostra vita siamo coinvolti in situazioni che sono fonte di preoccupazioni, incertezze o siamo attori di avvenmenti positivi e travolgenti probabilmente il fatto di ricevere da queste situazioni segnali deboli, o violenti, o di difficile gestione e comprensione ci fa sentire inadeguati e voliamo male.

_________________
LauraImmagine

La paura di volare è nella testa, non sull'aereo”
Fearless Flyer


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 01/05/2008, 10:14 
Aviation Psychologist
Aviation Psychologist
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 2392
L'argomento è vastissimo e pieno zeppo di suggestioni interessanti.

La prima cosa che sta uscendo fuori da parecchi post però, forse, è sintetizzabile così:

la percezione della realtà, in generale, o del senso della pericolosità della realtà è influenzata dalla percezione che si ha di se stessi.

Può essere una buona sintesi? Siete d'accordo a ripartire da qui?

Fearless Flyer

_________________
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare"

"Il modo migliore per venirne fuori è sempre buttarsi dentro"
R. Frost


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 01/05/2008, 10:48 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Donna
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 1377
Località: Cambridge
Età: 40
La mappa non e’ il territorio, ma lo rappresenta in maniera veritiera se e’ aggiornata. Se un individuo non ha la propria mappa personale “aggiornata”, o se proprio non ce l’ha questa mappa, iniziano i conflitti interni.
Molto raramente ho letto di paurosi che al di fuori della fobia dell’aereo non avessero altri tipi di paure, paranoie, timori, ansie. Quindi mi pare un modo di vivere e di percepire se stessi, e non mi trovo d’accordo quando si parla di “alti e bassi”. Tutti abbiamo le giornate “no”, ma non credo quello si possa definire un disturbo costante di interpretazione di noi stessi . Se una persona ha problemi di autostima tendezialmente ce li ha sempre, li nascondera’ alla meglio al mondo esterno perche’ non e’ che si puo’ andare in giro costantemente a lagnarsi o a chiedere conferme.
Quello che a me viene difficile capire e’ perche’ certe persone hanno le mappe scombussolate? E, soprattutto, ci sara’ mai una speranza di “uscirne”?
E’ vero, la percezione della realta’ (e non solo verso le paure) e’ influenzata dalla percezione che si ha di se stessi, ma una volta capito questo, ci sono degli strumenti effettivi per cambiare la percezione di se stessi che poi causa le varie problematiche. Io, onestamente sono scettica su questo punto.

_________________
Monique

One step closer

***
Life is really very simple. What we give out, we get back. -L.L.Hay


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 01/05/2008, 10:50 
Community Member
Community Member
Non connesso
Donna
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 115
Località: Forlì
Età: 34
dopo aver letto le varie risposte ero d'accordissimo con quest'ultima conclusione (scritta in grassetto da Luca)...poi ho pensato a cosa sentivo su me stessa e ho trovato che tutte le volte che ho volato ero più o meno in una situazione stabile, non avevo particolari problemi a cui pensare ma la mia paura era quasi incontenibile..stavolta invece, che sono nel bel mezzo di un cammino oscuro, tra un capitolo appena chiuso e uno che di deve ancora aprire (praticamente non mi sento nè carne nè pesce, per intenderci), ho prenotato il mio prossimo volo all'istante, senza nemmeno pensarci (di solito passavo interminabili giornate a pensarci, a dirmi che non dovevo farlo e non sarei dovuta partire) e sinceramente non vedo l'ora di salire sull'aereo.
Ho pensato che può essere il fatto che prima avendo una "rappresentazione della mia vita sicura" allora avevo paura di perdere qualcosa, mentre ora non ho proprio da perdere niente, anzi, magari da trovare!...ci può stare?

_________________
elielieli


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 01/05/2008, 15:44 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Donna
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 6532
Località: Cagliari
Luca, correggimi se sbaglio, ma io non credo che sia tutto riconducibile al nostro stato d'animo e che si possa esemplificare con la formula "se io mi trovo in una buona fase non ho paura dell'aereo, se mi trovo in una fase negativa avrò paura dell'aereo" perché altrementi ad Eli non capiterebbe che <stavolta invece, che sono nel bel mezzo di un cammino oscuro, ho prenotato il mio prossimo volo all'istante>.
Secondo me nel discorso su come noi percepiamo le cose entra in gioco pesantemente il valore dell'attesa: che tipo di reazione ci attendiamo dagli altri quando cerchiamo di dar loro una certa immagine di noi? che tipo di immagine ci attendiamo da noi quando gestiamo determinate situazioni? A farci paura non è necessariamente il fallimento, a volte è anche il successo.
E quindi per tornare a bomba, io avrò più possibilità di rendere l'aereo un oggetto fobico quando l'immagine valoriale che mi son costruita di me e i feedback che, in merito ad essa, ricevo non combaciano.

_________________
LauraImmagine

La paura di volare è nella testa, non sull'aereo”
Fearless Flyer


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 01/05/2008, 23:10 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 24/04/2008
Messaggi: 103
Posso intervenire anchio anche se sono nuovissima del forum?
innanzitutto mi ritrovo in parte nel discorso della buona percezione di se in relazione al modo affrontare determinate paure. Io quando presi l'aereo l'anno scorso attraversavo un periodo non facile,anzi direi piuttosto duro per un mio cammino personale ma con la differenza rispetto ad oggi che riuscivo a "stringere in pugno" delle cose concrete che mi davano soddisfazione e dunque autostima ad esempio sul lavoro e nella vita personale. Fu quello il momento in cui decisi di affronate un volo, come potete leggere nel mio topic personale. Oggi posso dire che parte del cammino interiore, che non arriva mai ad una fine certo ma che in parte ha sbrogliato la matassa, è a buon punto. Dal punto di vista personale anzi direi interiore,posso dire che oggi ho un migliore equilibrio con me stessa,una maggiore serenità mentale ma non posso (per una serie di ragioni che sarebbe impossibile spiegare ora) "stringere" tra le mani le cose che vorrei, cominciando dal discorso lavorativo. E dunque se da un lato sto meglio con me stessa, dall'altro è come se questo "percorso" non portasse tutti i frutti che avrei voluto nella vita pratica e la mia percezione di me, la mia autostima si proiettasse anche su questo aspetto. Sta di fatto che dopo aver volato ho paura di rifarlo per giunta portandoci mio figlio.
Non so se sono stata attinente con quanto avete detto fin qui.
Inoltre mi ha colpito il messaggio di eli. Vorrei dire una cosa in prorposito che potrebbe sembrare senza senso. Il fatto che oggi si senta in un momento "oscuro" non carne e non pesce,diciamo, e contrariamente a prima, non teme di volare,non significa magari che è in contraddizione con quanto detto finora ma magari questo può rappresentare per lei proprio un momento in cui sta nascendo la consapevolezza di se, in cui deve capire cosa e dove deve andare e come costruirsi. Scusate se parlo di una cosa che non mi compete ma a me è capitato che proprio in momenti come quello, proprio tra un capitolo chiuso e uno che poteva aprirsi ho avvertito che maggiormente il "gioco" stava nelle mie mani, che dovevo strutturarmi meglio, che ero in gioco anche se non me ne rendevo subito conto. Eli, non ti conosco, per carità, cerco di riflettere su quello che hai detto.
Scusatemi se sono stata prolissa ma non riesco a essere sempre sintetica. :sorriso:


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 02/05/2008, 8:06 
Aviation Psychologist
Aviation Psychologist
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 2392
Naturalmente non volevo impostare la discussione da un punto di vista iper-tecnico, mi andava solo di chiacchierare un po' insieme a tutti.


Però, piccola indicazione di carattere tecnico:

La percezione di sè è normale che oscilli, così come oscilla l'autostima. Le oscillazioni sono dovute al fatto che, per quanto riguarda l'immagine di noi stessi, noi effettuiamo movimenti a pendolo verso due obiettivi: il primo è quello di avere una percezione corretta del nostro valore personale e delle nostre capacità, il secondo, invece, è quello di avere una più positiva immagine di noi stessi, anche a scapito di una corretta valutazione delle nostre capacità. Il primo obiettivo ci consente di sapere come stanno le cose, il secondo ci permette di impegnarci anche verso traguardi che sono un po' al di là delle nostre capacità ed a migliorarci costantemente. E' un'asticella che si muove in continuazione, si sposta, ed il suo spostamento non può non riverberarsi sulla sensazione che noi abbiamo di poter affrontare le cose che ci spaventano.

@Monique: non parlo di DISTURBI DELL'INTERPRETAZIONE DI NOI STESSI, ma soltanto di oscillazione fisiologiche nella percezione di noi stessi che sono comuni a tutti gli esseri umani.
@Eli: certo che ci può stare, anzi succede con una certa frequenza che la direzione sia proprio quella che indichi tu...
@Gozer: Maurì tu te sei fissato co sta cosa....però è interessante :yes:

Mi piace molto come sta andando avanti la discussione...e spero in altri contributi interessanti.

Fearless Flyer

_________________
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare"

"Il modo migliore per venirne fuori è sempre buttarsi dentro"
R. Frost


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 02/05/2008, 8:11 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 5031
Fearless flyer ha scritto:
@Gozer: Maurì tu te sei fissato co sta cosa....però è interessante :yes:

Non è vero, non te ne frega un ***** :cry:

_________________
Mau

ilVolo.it


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 02/05/2008, 8:36 
VSP Supporter
VSP Supporter
Avatar utente
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 03/04/2008
Messaggi: 1877
Località: roma
Età: 48
Fearless flyer ha scritto:
sunset69 ha scritto:
E' verissimo!!!!!!!!!!!!!! :yes: :yes:
Quando sono giu', quando qualcosa va storto, mi senot piu' indifesa.... in pericolo.....
ma se per volare dovessi aspettare che tutto fili liscio nella mia vita ( e quindi sentirmi forte), mi sa che non volerei davvero piu' :lol: :lol: .


Prova a capovolgere il discorso: come è possibile che una cosa come l'autostima possa rassicurarti sulla sorte dell'aereo? Come è possibile che la sicurezza dell'aereo possa dipendere dall'oscillazione dell'autostima? L'aereo non è una cosa esterna alla testa di tutti noi? La sua sorte non è del tutto indipendente da come ci sentiamo noi?

Fearless Flyer

Lo so che l'aereo è esterno alla mia testa ( che è un semplice mezzo di trasporto che va da A a B,indipendentemente da come mi sento io), ma se mi sento ok, sono anche piu' forte per affrontare situazioni "pericolose" ( che poi lo sono solo nella mia testa :roll: - che caso disperato!!).

_________________
" Se tu sarai capace di stare senza attesa, vedrai cose che gli altri non vedono"
"Quello a cui tieni, quello che ti capiterà, non verrà con un'attesa"
Erri De Luca - Non ora non qui



"Anna, è passata un'eternità." " E' finita.Ora incomincia il tempo, che dura momenti."
" Non sono al tuo fianco, Anna, io sono il tuo fianco"
" I desideri dei bambini danno ordini al futuro"
Erri De Luca - Il giorno prima della felicità


"Non so cosa mi succede in questo breve tempo che ti conosco, ma è pienezza"
Erri De Luca - Tu, Mio


"Mi stacco da quello che sono quando imparo a trattare in altro modo la medesima vita"
Erri De Luca - Tre cavalli


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 02/05/2008, 8:40 
Aviation Psychologist
Aviation Psychologist
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 2392
sunset69 ha scritto:
Fearless flyer ha scritto:
sunset69 ha scritto:
E' verissimo!!!!!!!!!!!!!! :yes: :yes:
Quando sono giu', quando qualcosa va storto, mi senot piu' indifesa.... in pericolo.....
ma se per volare dovessi aspettare che tutto fili liscio nella mia vita ( e quindi sentirmi forte), mi sa che non volerei davvero piu' :lol: :lol: .


Prova a capovolgere il discorso: come è possibile che una cosa come l'autostima possa rassicurarti sulla sorte dell'aereo? Come è possibile che la sicurezza dell'aereo possa dipendere dall'oscillazione dell'autostima? L'aereo non è una cosa esterna alla testa di tutti noi? La sua sorte non è del tutto indipendente da come ci sentiamo noi?

Fearless Flyer

Lo so che l'aereo è esterno alla mia testa ( che è un semplice mezzo di trasporto che va da A a B,indipendentemente da come mi sento io), ma se mi sento ok, sono anche piu' forte per affrontare situazioni "pericolose" ( che poi lo sono solo nella mia testa :roll: - che caso disperato!!).


Bello!
Dunque, ricapitolando: l'aereo è un mezzo pericoloso però se io sono in forma posso affrontare meglio i pericoli.
Una cosa del genere? :roll:

Fearless Flyer

_________________
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare"

"Il modo migliore per venirne fuori è sempre buttarsi dentro"
R. Frost


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 02/05/2008, 8:58 
VSP Supporter
VSP Supporter
Avatar utente
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 03/04/2008
Messaggi: 1877
Località: roma
Età: 48
Fearless flyer ha scritto:
sunset69 ha scritto:
Fearless flyer ha scritto:
sunset69 ha scritto:
E' verissimo!!!!!!!!!!!!!! :yes: :yes:
Quando sono giu', quando qualcosa va storto, mi senot piu' indifesa.... in pericolo.....
ma se per volare dovessi aspettare che tutto fili liscio nella mia vita ( e quindi sentirmi forte), mi sa che non volerei davvero piu' :lol: :lol: .


Prova a capovolgere il discorso: come è possibile che una cosa come l'autostima possa rassicurarti sulla sorte dell'aereo? Come è possibile che la sicurezza dell'aereo possa dipendere dall'oscillazione dell'autostima? L'aereo non è una cosa esterna alla testa di tutti noi? La sua sorte non è del tutto indipendente da come ci sentiamo noi?

Fearless Flyer

Lo so che l'aereo è esterno alla mia testa ( che è un semplice mezzo di trasporto che va da A a B,indipendentemente da come mi sento io), ma se mi sento ok, sono anche piu' forte per affrontare situazioni "pericolose" ( che poi lo sono solo nella mia testa :roll: - che caso disperato!!).


Bello!
Dunque, ricapitolando: l'aereo è un mezzo pericoloso però se io sono in forma posso affrontare meglio i pericoli.
Una cosa del genere? :roll:

Fearless Flyer

In parte.... L'AEREO NON E' PERICOLOSO, ma è la mia testa che lo percepisce come tale :muro: ; quindi se io sono in un fase positiva, affronto meglio le mie situazioni pericolose ( luoghi chiusi e affollati, metro, la cupola del Duomo di Firenze ;) ).
:ciao:

_________________
" Se tu sarai capace di stare senza attesa, vedrai cose che gli altri non vedono"
"Quello a cui tieni, quello che ti capiterà, non verrà con un'attesa"
Erri De Luca - Non ora non qui



"Anna, è passata un'eternità." " E' finita.Ora incomincia il tempo, che dura momenti."
" Non sono al tuo fianco, Anna, io sono il tuo fianco"
" I desideri dei bambini danno ordini al futuro"
Erri De Luca - Il giorno prima della felicità


"Non so cosa mi succede in questo breve tempo che ti conosco, ma è pienezza"
Erri De Luca - Tu, Mio


"Mi stacco da quello che sono quando imparo a trattare in altro modo la medesima vita"
Erri De Luca - Tre cavalli


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 02/05/2008, 9:21 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 04/04/2008
Messaggi: 120
Purtroppo anche nel mio caso il livello di paura cambia a seconda degli stati d'animo, e posso cambiare idea anche nel corso della stessa giornata! :( Inoltre sono d'accordo sul legame della paura con la bassa autostima, che per me è sempre stato un grave problema.
Da qualche giorno sono di nuovo in una fase "no" e mi vengono in mente cose assurde. Tanto per fare un esempio, sabato sono andata a teatro e all'improvviso ho pensato: "e se cadesse la balconata??" :roll: Mi sento davvero stupida certe volte, però non riesco proprio a controllare questi pensieri. Inutile dire che se dovessi partire oggi rinuncerei! :cry: Spero comunque che domani sia un altro giorno!!

_________________
Franca


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 02/05/2008, 9:27 
Aviation Psychologist
Aviation Psychologist
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 2392
@Shopgirl
@Sunset69

Ed il fatto di sapere che l'entità del pericolo ESTERNO è determinato dal grado di autostima INTERNO...non aiuta a stemperare almeno parzialmente il grado di minaccia?
Nel senso, se io so che se fosse un giorno si PER ME la balconata non cadrebbe...questo non aiuta neanche in parte?

Fearless Flyer

_________________
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare"

"Il modo migliore per venirne fuori è sempre buttarsi dentro"
R. Frost


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 02/05/2008, 13:04 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 04/04/2008
Messaggi: 120
Fearless flyer ha scritto:
@Shopgirl
@Sunset69

Ed il fatto di sapere che l'entità del pericolo ESTERNO è determinato dal grado di autostima INTERNO...non aiuta a stemperare almeno parzialmente il grado di minaccia?
Nel senso, se io so che se fosse un giorno si PER ME la balconata non cadrebbe...questo non aiuta neanche in parte?

Fearless Flyer


Aiuta un po' quando inizio a riflettere, ma nel momento in cui mi vengono questi pensieri ho solo paura e vedo la minaccia come un qualcosa di molto probabile e oggettivo. Tra l'altro, come avevo già detto in un altro post, è proprio in questi periodi negativi che una vocina interiore mi spinge ad andare a cercare notizie sugli incidenti aerei, come se cercassi una conferma ai miei timori!:( Praticamente è un circolo vizioso da cui è difficile uscire! E quanto alla bassa autostima, non solo mi condiziona e mi consiglia di rinunciare al volo, ma, nel caso in cui rinunciassi davvero, diminuirebbe ulteriormente perché dimostrerei a me stessa di non riuscire a superare le mie paure. Forse l'unica cosa che dovrei fare sarebbe quella di concentrarmi esclusivamente sulla sensazione di vittoria e di libertà che proverei se riuscissi ad affrontare quel volo. Ci provo ma non è sempre facile!

_________________
Franca


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 02/05/2008, 13:32 
VSP Supporter
VSP Supporter
Avatar utente
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 03/04/2008
Messaggi: 1877
Località: roma
Età: 48
Shopgirl ha scritto:
Fearless flyer ha scritto:
@Shopgirl
@Sunset69

Ed il fatto di sapere che l'entità del pericolo ESTERNO è determinato dal grado di autostima INTERNO...non aiuta a stemperare almeno parzialmente il grado di minaccia?
Nel senso, se io so che se fosse un giorno si PER ME la balconata non cadrebbe...questo non aiuta neanche in parte?

Fearless Flyer


Aiuta un po' quando inizio a riflettere, ma nel momento in cui mi vengono questi pensieri ho solo paura e vedo la minaccia come un qualcosa di molto probabile e oggettivo. Tra l'altro, come avevo già detto in un altro post, è proprio in questi periodi negativi che una vocina interiore mi spinge ad andare a cercare notizie sugli incidenti aerei, come se cercassi una conferma ai miei timori!:( Praticamente è un circolo vizioso da cui è difficile uscire! E quanto alla bassa autostima, non solo mi condiziona e mi consiglia di rinunciare al volo, ma, nel caso in cui rinunciassi davvero, diminuirebbe ulteriormente perché dimostrerei a me stessa di non riuscire a superare le mie paure. Forse l'unica cosa che dovrei fare sarebbe quella di concentrarmi esclusivamente sulla sensazione di vittoria e di libertà che proverei se riuscissi ad affrontare quel volo. Ci provo ma non è sempre facile!


:yes: :yes: E' verissimo quello che dici Franca!!!
Quanto dice Luca è altrettanto vero, inizio lentamente a razionalizzare la mia paura e il " grado " di minaccia dell'aereo sta lentamente diminuendo; non mi chiedo il perchè, riesco anche ad immaginarmi in un aereo senza "scenari apocalittici" ( sarà positivo? :? ) e, se mia sorella starà sufficientemente bene, spero di concedermi questo volo quanto prima.

_________________
" Se tu sarai capace di stare senza attesa, vedrai cose che gli altri non vedono"
"Quello a cui tieni, quello che ti capiterà, non verrà con un'attesa"
Erri De Luca - Non ora non qui



"Anna, è passata un'eternità." " E' finita.Ora incomincia il tempo, che dura momenti."
" Non sono al tuo fianco, Anna, io sono il tuo fianco"
" I desideri dei bambini danno ordini al futuro"
Erri De Luca - Il giorno prima della felicità


"Non so cosa mi succede in questo breve tempo che ti conosco, ma è pienezza"
Erri De Luca - Tu, Mio


"Mi stacco da quello che sono quando imparo a trattare in altro modo la medesima vita"
Erri De Luca - Tre cavalli


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 02/05/2008, 13:57 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 04/04/2008
Messaggi: 120
sunset69 ha scritto:
inizio lentamente a razionalizzare la mia paura e il " grado " di minaccia dell'aereo sta lentamente diminuendo


:yes: :ok: :ok:

sunset69 ha scritto:
non mi chiedo il perchè


Credo che la soluzione principale sia proprio questa, il non pensare!! :yes:

_________________
Franca


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 02/05/2008, 17:17 
Aviation Psychologist
Aviation Psychologist
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 2392
Dunque, visto che il gradi (basso/alto) di autostima influenza la percezione del pericolo esterno (per alcuni di più, per alcuni di meno), quali sono i meccanismi, i pulsanti, i pensieri, le immagini che riescono a farci passare da uno scenario di bassa autostima ad un altro in cui la self-confidence, la fiducia in noi stessi tende ad aumentare?

Perchè se la prima ruota è quella, dobbiamo imparare a relativizzare il pericolo partendo dall'inizio. Giusto?

Fearless Flyer

_________________
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare"

"Il modo migliore per venirne fuori è sempre buttarsi dentro"
R. Frost


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 02/05/2008, 18:10 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 144
Età: 46
Fearless flyer ha scritto:
Dunque, visto che il gradi (basso/alto) di autostima influenza la percezione del pericolo esterno (per alcuni di più, per alcuni di meno), quali sono i meccanismi, i pulsanti, i pensieri, le immagini che riescono a farci passare da uno scenario di bassa autostima ad un altro in cui la self-confidence, la fiducia in noi stessi tende ad aumentare?

Perchè se la prima ruota è quella, dobbiamo imparare a relativizzare il pericolo partendo dall'inizio. Giusto?

Fearless Flyer


Nulla che sia legato all'aereo.
E' la prima risposta che mi viene in mente.
Qualcosa di collegato alla nostra vita, privata, lavorativa, affettiva etc. quindi . . . .
Nel senso, se l'aereo è la cartina di tornasole delle nostre paure, si dovrà cercare di rafforzare là dove i sostegni cigolano di più in ognuno di noi ...
mica facile ...
e poi.... è possibile secondo voi avere una buona autostima di se stessi e contemporaneamente dover combattere con alcune fragilità interne? autostima = sicurezza, oppure non sempre l'equazione funziona?

:muro: :muro: :muro:


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 02/05/2008, 19:11 
IT Support & Ops
IT Support & Ops
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 4101
Località: Winterthur (ZH)
Età: 47
Chicco2003 ha scritto:
è possibile secondo voi avere una buona autostima di se stessi e contemporaneamente dover combattere con alcune fragilità interne?


Grazie per la domanda.

Non sono ancora riuscito a comprendere bene quanto l'autostima dipenda dall'aver riscontri oggettivi delle proprie capacità e possibilità e quanto dipenda da una consapevolezza di sè indipendente da feedback esterni.

Io so che se mi pongo un obiettivo motivante posso raggiungerlo; se non lo raggiungo è perchè non ci ho investito abbastanza energie (o è mancata la motivazione) oppure mi sono posto un obiettivo fuori standard.
Questo - credo - sia segnale di autostima. Non ho dubbi sulle mie capacità (allo stesso tempo sono consapevole dei miei limiti).

Però se mi mancano dei riscontri, tendo a mettere in discussione me stesso.
Una cosa che non ho ancora ben risolto è continuo ad essere un cattivo giudice di me stesso.

Negli ultimi due anni la maggior fonte di questioni con me stesso è stata la scuola di volo (guarda caso, quando litigavo con la fidanzata, per qualche giorno litigavo anche con l'aereo); non nego che ogni tanto passo dei momenti a chiedermi se sono veramente capace di tener per aria quell'aereo o se c'è qualcosa che ancora non ho ben capito o se, in ultima istanza, penso troppo e non mi perdono le piccole imprecisioni.

_________________
Cordiali saluti/Best regards/Mit freundliche Grüßen,
andrea
Software Sorcery Specialist


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Autostima e paura di volare
 Messaggio Inviato: 03/05/2008, 22:59 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 24/04/2008
Messaggi: 103
Cita:
è possibile secondo voi avere una buona autostima di se stessi e contemporaneamente dover combattere con alcune fragilità interne? autostima = sicurezza, oppure non sempre l'equazione funziona?

Ma io sinceramente sono convinta di si. A me personalmente non sembra che l'autostima corrisponda al non avere fragilità. Anzi spesso mi capita di notare che chi ha self-confidence ammetta per primo e ne faccia ironia, le proprie fragilità. Io non credo neanche che esiste qualcuno che non abbia fragilità.
Cita:
Non sono ancora riuscito a comprendere bene quanto l'autostima dipenda dall'aver riscontri oggettivi delle proprie capacità e possibilità e quanto dipenda da una consapevolezza di sè indipendente da feedback esterni.

Anche per me per il punto è questo, come ho detto prima, perchè a me sembra che senza i riscontri oggettivi alla fine l'autostima da sola non ce la, non può reggere.

Cita:
quali sono i meccanismi, i pulsanti, i pensieri, le immagini che riescono a farci passare da uno scenario di bassa autostima ad un altro in cui la self-confidence, la fiducia in noi stessi tende ad aumentare?

Su questa domanda,no, non ce la posso fare...


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 92 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4

Indice  »  Volare senza paura - Fondata da Luca Evangelisti  »  Il Vaso di Pandora


 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: