Login   Iscriviti    Portale ilVolo.it    Indice Forum    Aerofan.it PhotoGallery    Cerca    FAQ    Regolamento

Il meteo su Washington

AVIATION TOP 100 - www.avitop.com Avitop.com

Indice  »  Aircraft Engineering Area  »  Skill and requirements

 

 


Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Quanto costa la formazione ?
 Messaggio Inviato: 09/04/2014, 17:55 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 15084
Località: Dubai U.A.E:
Età: 62
Apro questo post con l'intenzione di trattare , per quanto possibile , il tema della formazione tecnica in ambito EASA.

Questa idea deriva in parte dal fatto che dopo circa 10 anni di normativa "europea" dedicata alla formazione, addestramento e valutazione del personale tecnico, si hanno dei riporti abbastanza uniformi in tutti i paesi aderenti all'EASA.

Premetto che inizio con una serie di notizie abbastanza note e di conseguenza già conosciute da molti che seguono questo tipo di problematica ma mi piacerebbe che ulteriori notizie possano mano a mano essere inserite in maniera da completare il quadro della situazione ed ampliare la discussione.

Iniziamo con una premessa che in parte determinerà anche il risultato finale di questa esposizione. In linea di principio definiamo che il risultato finale dovrà essere quello di ottenere un tecnico finito , con esperienza di manutenzione in almeno due categorie
( meccanica ed avionica) e con almeno un velivolo "pesante" o una "categoria" di aerei leggeri trascritta sulla propria licenza.

Con finito" definisco anche la persona che lavora con un contratto di lavoro in una organizzazione Parte 145 o in una compagnia di trasporto aereo secondo la normativa Parte M.

Aggiungo un'altra precisazione: definisco inoltre la persona in oggetto come un individuo
( persona di sesso maschile o femminile non ha importanza) con caratteristiche preliminari di studio definite da un diploma di scuola secondaria ad indirizzo tecnico preferibilmente aeronautico ( costruzioni) ed elettronico .

Inoltre partiamo dal presupposto, necessario, di definire il ruolo finale di questa persona , giusto per disegnare un percorso formativo più distinto e orientato.

Diciamo che definiamo le seguenti figure:

a- Tecnico certificato categoria B1.1+B2 per impiego come Line Maintenance in compagnia trasporto pubblico di linea.

b-Tecnico certificato categoria B1.2+B2 per impiego come Base Maintenance in una organizzazione quale l'officina di un aeroclub o di un FTO.

c- Tecnico certificato categoria B1.3+B2 per impiego come Line Maintenance in una azienda di lavoro aereo con elicotteri.

Può essere interessante ?

...

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quanto costa la formazione ?
 Messaggio Inviato: 10/04/2014, 21:40 
Military Maintenance Technician
Military Maintenance Technician
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 15/01/2010
Messaggi: 830
Età: 54
Snap-On ha scritto:
Apro questo post con l'intenzione di trattare , per quanto possibile , il tema della formazione tecnica in ambito EASA.

Questa idea deriva in parte dal fatto che dopo circa 10 anni di normativa "europea" dedicata alla formazione, addestramento e valutazione del personale tecnico, si hanno dei riporti abbastanza uniformi in tutti i paesi aderenti all'EASA.

Premetto che inizio con una serie di notizie abbastanza note e di conseguenza già conosciute da molti che seguono questo tipo di problematica ma mi piacerebbe che ulteriori notizie possano mano a mano essere inserite in maniera da completare il quadro della situazione ed ampliare la discussione.

Iniziamo con una premessa che in parte determinerà anche il risultato finale di questa esposizione. In linea di principio definiamo che il risultato finale dovrà essere quello di ottenere un tecnico finito , con esperienza di manutenzione in almeno due categorie
( meccanica ed avionica) e con almeno un velivolo "pesante" o una "categoria" di aerei leggeri trascritta sulla propria licenza.

Con finito" definisco anche la persona che lavora con un contratto di lavoro in una organizzazione Parte 145 o in una compagnia di trasporto aereo secondo la normativa Parte M.

Aggiungo un'altra precisazione: definisco inoltre la persona in oggetto come un individuo
( persona di sesso maschile o femminile non ha importanza) con caratteristiche preliminari di studio definite da un diploma di scuola secondaria ad indirizzo tecnico preferibilmente aeronautico ( costruzioni) ed elettronico .

Inoltre partiamo dal presupposto, necessario, di definire il ruolo finale di questa persona , giusto per disegnare un percorso formativo più distinto e orientato.

Diciamo che definiamo le seguenti figure:

a- Tecnico certificato categoria B1.1+B2 per impiego come Line Maintenance in compagnia trasporto pubblico di linea.

b-Tecnico certificato categoria B1.2+B2 per impiego come Base Maintenance in una organizzazione quale l'officina di un aeroclub o di un FTO.

c- Tecnico certificato categoria B1.3+B2 per impiego come Line Maintenance in una azienda di lavoro aereo con elicotteri.

Può essere interessante ?

...

Steve


assolutamente sì! :ok:

Greg

_________________
L'importante è non smettere di fare domande. Albert Einstein


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quanto costa la formazione ?
 Messaggio Inviato: 10/04/2014, 22:48 
Continuous Airworthiness Engineer
Continuous Airworthiness Engineer
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 15/04/2008
Messaggi: 1246
Età: 40
Snap-On ha scritto:
Apro questo post con l'intenzione di trattare , per quanto possibile , il tema della formazione tecnica in ambito EASA.

[...]

Può essere interessante ?


Moltissimo!

_________________
Tixio®
********************
Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quanto costa la formazione ?
 Messaggio Inviato: 11/04/2014, 15:18 
Community Member
Community Member
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 04/04/2014
Messaggi: 26
Località: Foggia
Età: 46
certo.... se vi servono info a riguardo sono a dispozione!


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quanto costa la formazione ?
 Messaggio Inviato: 11/04/2014, 19:14 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 15084
Località: Dubai U.A.E:
Età: 62
laquisfg75 ha scritto:
certo.... se vi servono info a riguardo sono a dispozione!


Benissimo, vorrà dire che la trattazione dell'argomento relativa alla formazione di tecnici B1-3 ti chiederemo di illustrarcela utilizzando le info che hai a disposizione !

...

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quanto costa la formazione ?
 Messaggio Inviato: 12/04/2014, 17:13 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 15084
Località: Dubai U.A.E:
Età: 62
Una breve premessa per comprendere la dinamica relativa alla certificazione del personale tecnico in ambito EASA. Il principale problema che si è sempre riscontrato , sopratutto nei paesi europei è stato il fatto che non era mai stata standardizzata una procedure che comprendesse i requisiti base per il rilascio di un brevetto , licenza o attestato che giustificasse l'operato del personale dedicato alla manutenzione.

Il sistema più interessante e sicuramente collaudato era quello americano dove esistevano già da moltissimi anni le licenze A&P e derivati emesse dalla FAA. Queste licenze erano formalmente dei brevetti personali che permettevano al detentore di effettuare attività di manutenzione su tutti gli aeromobili certificati dalla FAA americana e per ogni categoria di registrazione ed appartenenza.

L'emissione di una licenza FAA avveniva dopo aver frequentato una scuola dedicata, sia nella parte teorica che in quella pratica ed avere sostenuto gli esami previsti. La formazione di tecnici certificati FAA ha un costo variabile dipendente dal background del candidato.

In USA l'aver prestato servizio come specialista o tecnico di manutenzione in uno dei corpi militari del Paese ( USAF , US Navy , US Army , US Marines e Cost Guard) garantisce automaticamente i crediti per l'ottenimento di una licenza FAA A&P . Ovviamente questo avviene solo dopo che il richiedente dimostra di aver effettivamente lavorato su specifici aeromobili o componenti.

Un'altra possibilità è quella di frequentare dopo " una delle scuole ( o accademy) certificate FAA Part 147 e ottenere la licenza tramite i corsi frequentati. In corso base in queste scuole dura circa due semestri alternati da altri due semestri in cui lo studente partecipa come "meccanico" in attività legate alla manutenzione aeronautica in aziende o compagnie che partecipano al programma di formazione.

Al termine del corso e degli esami pratici e teorici ciene rilasciata la licenza che ha validità nel momento stesso in cui viene trascritto il primo "aircraft type" .

La licenza USA è un documento federale che ha validità solo negli USA e/o solo per attività di manutenzione legate a velivolo registrati in USA. Un tecnico certificato FAA A&p può eseguire una manutenzione su un velivolo in Francia basta che il velivolo sia registrato "N" cioè americano. E' autorizzato anche ad effettuare operazioni di rettifica difetti e introduzione di bollettini di modifica. Se l'operazione è più complessa o richiede l'emissione di particolari Form per garantire l'aeronavigabilità de velivolo ( riparazioni strutturali al di fuori dell'SRM , modifiche approvate da STC o modifiche sperimentali) la certificazione A&P non è sufficiente ma si deve avere la certificazione di FAA Inspector.

In ogni caso la burocrazia per l'ottenimento e l'estensione delle proprie competenze e certificazioni è molto "easy" e veloce , se si hanno i crediti e le competenze richieste dall'autorità.

Ricordo, inoltre, che la falsa attestazione di un'operazione di manutenzione o la falsa dichiarazione o l'emissione di certificati di approvazione alterati , non corretti o falsi è considerato reato federale e di conseguenza si rischia di trovarsi gli agenti dell'FBI alla porta se ci si è comportati in maniera truffaldina!!!

...

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quanto costa la formazione ?
 Messaggio Inviato: 24/04/2014, 20:19 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 15084
Località: Dubai U.A.E:
Età: 62
Interessa ??? Continuo ???

...

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quanto costa la formazione ?
 Messaggio Inviato: 27/04/2014, 19:26 
Community Member
Community Member
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 23/03/2014
Messaggi: 20
Località: Foggia
Età: 32
Si continua, per favore!!!!! :clap:


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quanto costa la formazione ?
 Messaggio Inviato: 28/04/2014, 19:47 
Support Staff
Support Staff
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 30/04/2010
Messaggi: 4199
Località: Genova
Età: 51
Snap-On ha scritto:
In ogni caso la burocrazia per l'ottenimento e l'estensione delle proprie competenze e certificazioni è molto "easy" e veloce , se si hanno i crediti e le competenze richieste dall'autorità.



In Europa e' quindi piu' macchinoso ottenere queste certificazioni? O solo in Italia?

_________________
Ale

Non può piovere per sempre.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quanto costa la formazione ?
 Messaggio Inviato: 04/05/2014, 19:29 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 15084
Località: Dubai U.A.E:
Età: 62
ouranos ha scritto:
Snap-On ha scritto:
In ogni caso la burocrazia per l'ottenimento e l'estensione delle proprie competenze e certificazioni è molto "easy" e veloce , se si hanno i crediti e le competenze richieste dall'autorità.



In Europa e' quindi piu' macchinoso ottenere queste certificazioni? O solo in Italia?


Ti rispondo dopo !

Comunque proviamo ad aggiornare il discorso.

Partiamo dal presupposto che un tipo giovane, di belle speranze decida che il suo mestiere sarà quello di fare il tecnico specializzato nella manutenzione degli aeroplani. E' ovvio che la scelta verso questo indirizzo professionale è in parte dettata da un minimo di passione per gli aerei e l'aeronautica. (sconsiglio vivamente a che non ha alcun interesse, anche minimo verso qualunque oggetto volante di scegliere questo tipo di lavoro !)

La scelta verso questo tipo di attività è inoltre legata a delusioni (non amorose, ma quasi !) legate al fatto di non aver potuto aspirare a diventare pilota ,sia per ragioni fisiche (vista) , economiche ( investire più di 80.000 / 100.000 Euri non è cosa che tutti possono fare) o semplicemente di mancata opportunità ( esclusi ai concorsi ministeriali per le varie accademie) .

Di conseguenza l'unico altro canale per rimanere a contatto con gli aeroplani è la manutenzione !!!

Ovviamente chi è appassionato ha già una vaga idea di quello che vorrebbe fare nella vita e di conseguenza ha fatto in maniera di poter frequentare una scuola superiore dedicata allo scopo. Tralasciando il fatto che non conosco come adesso siano strutturati gli istituti tecnici, è chiaro che chi ha frequentato un indirizzo tecnico come "costruzioni aeronautiche " ha un piccolo vantaggio rispetto a chi frequenta il ramo “navigazione”, vantaggio che anche in fase di certificazione garantisce una riduzione del tempo di formazione.
Stabilito che si vuole intraprendere tale percorso , il primo ostacolo è quello della formazione. Per ottenere una AML bisogna affrontare lo scoglio dei moduli teorici . Questi moduli sono delle schede riguardanti argomenti specifici sulle operazioni di manutenzione, sulla normativa aeronautica oltre a specifiche trattazioni riguardanti gli impianti i motori e la componentistica.
Gli argomenti derivano dalla Part 66 di EASA che include il syllabus specifico per quanto riguarda i termini per il superamento degli esami dei singoli moduli. I moduli in totale sono 23 ma sono suddivisi in funzione della specifica specializzazione che il personaggio intende prendere.

Fino a quì , è tutto chiaro ?

....

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quanto costa la formazione ?
 Messaggio Inviato: 04/05/2014, 20:00 
Support Staff
Support Staff
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 30/04/2010
Messaggi: 4199
Località: Genova
Età: 51
Snap-On ha scritto:
Fino a quì , è tutto chiaro ?



Chiarissimo. Possiamo dire che basta studiare seriamente, oltre ad investire del denaro. La scuola va pagata, no?

_________________
Ale

Non può piovere per sempre.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quanto costa la formazione ?
 Messaggio Inviato: 08/05/2014, 21:15 
A&P Troubleshooter
A&P Troubleshooter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 20/03/2008
Messaggi: 15084
Località: Dubai U.A.E:
Età: 62
Andiamo avanti ....

Ci sono diverse possibilità per studiare e completare i moduli teorici. Si può iscriversi presso un'organizzazione certificata part 147 che abbia la possibilità di completare il corso "basico" .

In Italia ci sono alcune aziende che per mettono di effettuare il corso basico e di completare gli esami relativi ai vari moduli L’approvazione rilasciata dall'autorità in accordo alla Parte 147 conferisce a queste organizzazioni la facoltà di effettuare gli esami, i quali sono ritenuti validi per il rilascio della LMA. Questo , in pratica, significa che tali esami hanno la stessa valenza di quelli effettuati direttamente dall’autorità.

Ovviamente il completamento di un corso completo ha un costo che dipende moltissimo dall'organizzazione stessa, dalla possibilità di effettuare parte della didattica al proprio domicilio , alla possibilità di effettuare soltanto gli esami dei moduli.

l momento mi risulta che soltanto cinque organizzazione effettuano i corsi basici. Allego il link del sito dell'ENAC dove sono specificate quali organizzazioni risultano approvate Part 147 .-

http://www.enac.gov.it/la_regolazione_p...index.html

...

Steve

_________________
Noi volatori stanchi
Senza pista d'atterraggio
Che per inerzia o per fortuna
Ci troviamo sempre in viaggio ......


Immagine


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ] 

Indice  »  Aircraft Engineering Area  »  Skill and requirements


 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: