Login   Iscriviti    Portale ilVolo.it    Indice Forum    Aerofan.it PhotoGallery    Cerca    FAQ    Regolamento

Il meteo su Washington

AVIATION TOP 100 - www.avitop.com Avitop.com

Indice  »  Passengers Area  »  Passengers Lounge

 

 


Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: CH: verso l'uscita di scena dei "Jumbolini"
 Messaggio Inviato: 26/03/2017, 11:00 
Community Member
Community Member
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 10/03/2011
Messaggi: 601
Località: CH - 6850 MENDRISIO (Ticino / Suisse)
Ultimo volo previsto per un "Jumbolino" svizzero: metà agosto 2017, per London City, con l'apparecchio immatricolato HB-IYZ. E' quanto afferma un addetto ai lavori, il pilota Kevin Fuchs di SWISS, sulla rivista Cockpit (4/17). E' la fine di una presenza... simpatica nel contesto dell'aviazione civile in Svizzera. Il quadrimotore britannico aveva fatto la sua apparizione nella Confederazione all'inizio degli anni 90. Crossair voleva essere in grado di servire sia l'aeroporto ticinese di Lugano-Agno (oggi Lugano Airport) sia quello nuovissimo del centro di Londra, London City. Gli apparecchi da 100 posti, BAe 146-200, erano di seconda mano, provenienti da una compagnia USA. Avevano superato efficacemente l' "esame" nei due difficili aeroscali in questione, quello ticinese e quello, nuovo, della capitale del Regno Unito. Ho avuto l'opportunità, con altri tre colleghi della TV svizzera, di partecipare ai voli di prova sull'aeroscalo luganese con un permesso speciale dell' Ufficio federale dell'aviazione civile. A parte la singolarità della concezione dell'apparecchio (inizialmente previsto per usi militari) il ricordo è soprattutto quello della scarsa rumorosità del piccolo quadrireattore sia all'esterno, sia all' interno. Il soprannome ufficiale, poco usato per la verità, è "Whysperjet", cioè "Jet che sussurra".
Nel 1993 un miglioramento della strumentazione dei "146" è coinciso con il cambiamento della designazione dell'aereo con quello di una sussidiaria di BAe: Avro International che ha prodotto apparecchi da 85 e da 100 posti. Un nuovo sviluppo dell'aereo non è poi stato attuato in seguito alla crisi dell'aviazione civile seguita all'evento dell' 11 settembre 2001. Così del BAe 146/Avro RJ 85/100 sono stati costruiti quasi 400 esemplari, un primato, per un unico tipo di aeroplano civile, per l'industria aeronautica britannica.
Attualmente i "Jumbolini" (soprannome dato dal boss di Crossair Moritz Suter) sono ancora sei, "emarginati" in una sezione laterale di Zurigo Kloten. Ogni giorno effettuano ancora, mediamente, sei voli. L'entrata graduale dei CS100/300 determinerà la loro fine (svizzera). Nessun rimpianto almeno per un fatto: consumano molto carburante e, quindi, costosi nell'esercizio.


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Indice  »  Passengers Area  »  Passengers Lounge


 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: