Login   Iscriviti    Portale ilVolo.it    Indice Forum    Aerofan.it PhotoGallery    Cerca    FAQ    Regolamento

Il meteo su Washington

AVIATION TOP 100 - www.avitop.com Avitop.com

Indice  »  Volare senza paura - Fondata da Luca Evangelisti  »  Il Vaso di Pandora

 

 


Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Una domanda sull'incidente in Russia...
 Messaggio Inviato: 10/04/2010, 11:21 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 08/02/2009
Messaggi: 25
ciao a tutti,
volevo chiedere,secondo voi, è normale che il pilota dell'aereo presidenziale polacco tenti x ben 3 volte l'atterraggio senza riuscirci (inoltre la torre di controllo lo aveva sconsigliato di farlo!!!) per poi schiantarsi alla 4° volta e portarsi all'inferno ben 132 poveretti????


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: una domanda sull'incidente in russia...
 Messaggio Inviato: 10/04/2010, 11:24 
ilVolo.it Crew
ilVolo.it Crew
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 15304
Località: Somewhere in Sardinia Island...
Età: 36
Le speculazioni della stampa non sono delle verità da prendere come oro che cola, vi sarà un'inchiesta tecnica che accerterà le cause e le eventuali responsabilità. Per il momento le cronache sono un susseguirsi di affermazioni e smentite e discutere della causa dell'incidente dopo solo tre ore dal suo accadimento è prematuro e anche piuttosto inutile.

_________________
Carlo - miamivice@ilvolo.it

Immagine
Immagine

E' arrivata Spotters Magazine, la prima rivista italiana di fotografia aeronautica!

Immagine

My Airliners.net photos - My JetPhotos.Net photos


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: una domanda sull'incidente in russia...
 Messaggio Inviato: 10/04/2010, 11:41 
Community Member
Community Member
Non connesso
Non indicato
Iscritto il: 04/09/2009
Messaggi: 298
cmq non è problema dell aereo.forse ancora una volta un errore umano.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: una domanda sull'incidente in russia...
 Messaggio Inviato: 10/04/2010, 13:42 
VSP Supporter
VSP Supporter
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 05/04/2008
Messaggi: 4478
Località: 45°35' N 9°16' E
Età: 53
Vale quanto scritto qui sopra da Carlo: tecnicamente non c'è nessuna possibilità, a poche ore dall'incidente, di fare alcuna ipotesi plausibile. Non possiamo sapere, ora, se si sia trattato di human factor o di altro (o, più probabilmente, di una combinazione di concause)... E' tutto molto confuso, pensate solo alle differenti ricostruzioni che si trovano on-line: due tentativi di atterraggio, quattro tentativi (!?), ci sono superstiti, non ci sono superstiti... Quello che è veramente successo ce lo diranno i risultati dell'indagine che è già in corso (anzi, saranno più di una).

_________________
andrea

Ayo Gorkhali! - Forza paris!

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


People don't make trips. Trips make people
John Steinbeck


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)




Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: una domanda sull'incidente in russia...
 Messaggio Inviato: 10/04/2010, 21:17 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 19/04/2009
Messaggi: 360
Località: Padova
Età: 48
I giornali di solito scrivono sempre delle castronerie sull'argomento, meglio non dare peso a certi commenti della carta stampata.

_________________
Alberto


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Una domanda sull'incidente in Russia...
 Messaggio Inviato: 12/04/2010, 8:16 
ilVolo.it Crew
ilVolo.it Crew
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 18/03/2008
Messaggi: 13816
Età: 51
Indipendentemente dal fatto che in questo incidente sia accaduto o meno quanto indicato (3 riattacate ed incidente alla 4), credo che sia normalmente previsto di andare all'alternato se al terzo tentativo non si riesce ad atterrare.

_________________
Franco

http://www.aeroclubpadova.it
http://www.voloavelapadova.it
JetPhotos.Net, Spotting Group ilVolo.it

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Una domanda sull'incidente in Russia...
 Messaggio Inviato: 14/04/2010, 10:10 
Community Member
Community Member
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 29/05/2009
Messaggi: 557
Località: D come Domodossola
Sempre sul giornale - quindi valgono tutti i soliti discorsi sull'affidabilità della notizia - si cita come concausa il fatto che i controllori di volo di Smolensk effettuassero le comunicazioni in russo e quindi ci sia stata scarsa o nulla comprensione da parte dell'equipaggio polacco.
Ma per le comunicazioni non è previsto in ogni caso l'utilizzo di un inglese standardizzato?

_________________
http://my.flightmemory.com/buran73
Non esistono sogni, ma obiettivi che richiedono molto tempo, pazienza e determinazione per essere raggiunti. Chi la dura la vince!


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Una domanda sull'incidente in Russia...
 Messaggio Inviato: 30/06/2010, 13:17 
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 9304
Località: Location Independent
Età: 43
buran73 ha scritto:
Sempre sul giornale - quindi valgono tutti i soliti discorsi sull'affidabilità della notizia - si cita come concausa il fatto che i controllori di volo di Smolensk effettuassero le comunicazioni in russo e quindi ci sia stata scarsa o nulla comprensione da parte dell'equipaggio polacco.
Ma per le comunicazioni non è previsto in ogni caso l'utilizzo di un inglese standardizzato?

no, le lingue icao riconosciute sono: inglese, francese, russo, arabo e (non sono sicuro al 100%) cinese.
ogni ente decide di adottarne una o più per le comunicazioni in frequenza.

_________________
'One fled, one dead, one sleeping in a gold bed' OLD RIME

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Una domanda sull'incidente in Russia...
 Messaggio Inviato: 30/06/2010, 20:44 
Air Enthusiast
Air Enthusiast
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 03/04/2008
Messaggi: 2121
Black Magic ha scritto:
no, le lingue icao riconosciute sono: inglese, francese, russo, arabo e (non sono sicuro al 100%) cinese.
ogni ente decide di adottarne una o più per le comunicazioni in frequenza


quindi, pensando ad un caso limite, un pilota di voli intercontinentali deve essere poliglotta?

_________________
"Nel volo, ho imparato che la trascuratezza e l'eccesso di confidenza sono di gran lunga più pericolosi dei rischi deliberatamente accettati"

(Wilbur Wright, Settembre 1900)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Una domanda sull'incidente in Russia...
 Messaggio Inviato: 30/06/2010, 21:06 
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 9304
Località: Location Independent
Età: 43
LS4 ha scritto:
Black Magic ha scritto:
no, le lingue icao riconosciute sono: inglese, francese, russo, arabo e (non sono sicuro al 100%) cinese.
ogni ente decide di adottarne una o più per le comunicazioni in frequenza


quindi, pensando ad un caso limite, un pilota di voli intercontinentali deve essere poliglotta?


Non proprio; sarebbe davvero complicato. :D

Il regolamento ICAO prevede che si ottenga almeno 4 in una delle lingue ufficiali, per essere titolare di licenza di pilotaggio. Ma per chi fa servizio su tratte internazionali si richiede un 4 anche in inglese; che è la lingua *franca* nelle comunicazioni aeronautiche.
Ovviamente un 4 in inglese sulla licenza vale doppio :mrgreen: non serve imparare l'arabo.

Per fare un esempio: se si vola nello spazio aereo russo la maggior parte delle comunicazioni sarà in russo, ma io entro nel loro spazio chiamando il controllo in inglese e lui mi risponderà in inglese, perchè non so il russo e comunicheremo in lingua *franca*.
Una volta, quando l'URSS non era nell'ICAO, c'era a bordo un *traduttore* che si occupava delle comunicazioni.

In Italia, non essendo l'italiano una lingua ICAO, tutte le comunicazioni, anche tra controllo e aeroplani italiani, andrebbero fatte in inglese.

_________________
'One fled, one dead, one sleeping in a gold bed' OLD RIME

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Una domanda sull'incidente in Russia...
 Messaggio Inviato: 30/06/2010, 21:12 
Air Enthusiast
Air Enthusiast
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 03/04/2008
Messaggi: 2121
Black Magic ha scritto:
In Italia, non essendo l'italiano una lingua ICAO, tutte le comunicazioni, anche tra controllo e aeroplani italiani, andrebbero fatte in inglese.


quando avevo preso la fonia in italiano, avevo studiato che è tollerata la lingua propria del territorio nazionale che si sta sorvolando

_________________
"Nel volo, ho imparato che la trascuratezza e l'eccesso di confidenza sono di gran lunga più pericolosi dei rischi deliberatamente accettati"

(Wilbur Wright, Settembre 1900)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Una domanda sull'incidente in Russia...
 Messaggio Inviato: 30/06/2010, 21:17 
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Turbomachinery Fluid Dynamics Engineer
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 17/03/2008
Messaggi: 9304
Località: Location Independent
Età: 43
LS4 ha scritto:
Black Magic ha scritto:
In Italia, non essendo l'italiano una lingua ICAO, tutte le comunicazioni, anche tra controllo e aeroplani italiani, andrebbero fatte in inglese.


quando avevo preso la fonia in italiano, avevo studiato che è tollerata la lingua propria del territorio nazionale che si sta sorvolando

Questo non lo sapevo :grazie: ; la consideravo una cattiva abitudine italica (ma anche spagnola) :diablo: .
Sto diventando troppo anglosassone... :ouch: :ouch: :lol:

_________________
'One fled, one dead, one sleeping in a gold bed' OLD RIME

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Una domanda sull'incidente in Russia...
 Messaggio Inviato: 30/06/2010, 21:54 
Air Enthusiast
Air Enthusiast
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 03/04/2008
Messaggi: 2121
temo di sì :sorriso:

_________________
"Nel volo, ho imparato che la trascuratezza e l'eccesso di confidenza sono di gran lunga più pericolosi dei rischi deliberatamente accettati"

(Wilbur Wright, Settembre 1900)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Una domanda sull'incidente in Russia...
 Messaggio Inviato: 30/06/2010, 23:00 
IT Support & Ops
IT Support & Ops
Avatar utente
Non connesso
Uomo
Iscritto il: 01/04/2008
Messaggi: 4098
Località: Winterthur (ZH)
Età: 47
Black Magic ha scritto:
LS4 ha scritto:
Black Magic ha scritto:
In Italia, non essendo l'italiano una lingua ICAO, tutte le comunicazioni, anche tra controllo e aeroplani italiani, andrebbero fatte in inglese.


quando avevo preso la fonia in italiano, avevo studiato che è tollerata la lingua propria del territorio nazionale che si sta sorvolando

Questo non lo sapevo :grazie: ; la consideravo una cattiva abitudine italica (ma anche spagnola) :diablo:


Assolutamente no, tant'è che sulla licenza è riportata la "fonia" (radiotelephony privileges).
Per me è "italiano", visto che (1) nessuno ha ancora saputo spiegarmi cosa fare per ottenere l'inglese (2) per i voli che faccio mi basta l'ita (ed avendo fatto l'esame in italiano, ho dimostrato di saper fare le comms in italiano).

_________________
Cordiali saluti/Best regards/Mit freundliche Grüßen,
andrea
Software Sorcery Specialist


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ] 

Indice  »  Volare senza paura - Fondata da Luca Evangelisti  »  Il Vaso di Pandora


 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  



cron